Spezia-Bari (LaPresse)
Spezia-Bari (LaPresse)

La Spezia, 22 maggio 2015 – Basta un gol di Nenè allo Spezia per piegare il Bari al Picco e volare ai play-off mantenendo la quinta posizione. Per venti minuti, con il Frosinone in vantaggio a Vicenza, gli aquilotti, sono stati quarti in classifica e avrebbero anche saltato la fase preliminare dei play-off, poi però i veneti ribaltano il risultano e gli spezzini scalano una posizione più in basso.

Allo Spezia va anche bene perché gli ospiti colpiscono ben due pali e una traversa, vedendosi annullare un gol per off-side proprio nei minuti di recupero del secondo tempo. I bianchi dovranno affrontare nei preliminari di martedì l’Avellino, mentre il Livorno va fuori dal lotto delle pretendenti alla promozione in serie A. Il turn over di Bjelica è più pesante di quello annunciato: in panchina va addirittura il capocannoniere Catellani. Poi in difesa resta in campo, seppur diffidato, De Col, così come Canadjija, che rischiano di saltare i play-off. Nel reparto arretrato Valentini sostituisce Bianchetti e Piccolo è il capitano. Giannetti e Nenè sono entrambi tra i titolari, il primo unica punta, il secondo accanto a De las Cuevas e Stevanovic alle sue spalle. Sembra davvero non partire troppo convinto lo Spezia, un po’ per i tanti cambi, ma anche per questioni di mentalità. E al 7’, sulla punizione dalla trequarti di Bellomo, il colpo di testa di Donati impatta sulla traversa. Due minuti più tardi e tremano ancora i legni della porta aquilotta: diagonale di Bellomo e palo interno a Chichizola battuto, poi riprende lo stesso ex aquilotto che scarica il destro, ma il portiere argentino è piazzato e para. La risposta dello Spezia è al 10’ con il tiraccio di Nenè alto. Ci prova anche De Las Cuevas dal limite dell’area al 20’, ma un difensore gli smorza il pallone e Micai controlla facile con i piedi. Dopo un minuto Chichizola è costretto ad uscire sui piedi dello scatenato Boateng servito in area dal filtrante di Bellomo. L’incornata di Nenè al 25’ viene parata in plastico tuffo da Micai sulla sua sinistra. Bella occasione per lo Spezia al 31’ quando Nenè con una serpentina fa fuori tre giocatori poi serve al centro Stevanovic, il cui tiro viene ribattuto davanti alla porta da Sabelli. Incursione sulla destra di Boateng al 40’ che cede a Caputo, quando Chichizola gli si para davanti: l’attaccante barese calcia clamorosamente alto a porta vuota.

Dopo l’intervallo, nessun cambio fra le due formazioni che continuano a giocare alla pari, nonostante il Bari non abbia obiettivi. Poi, sul cross di Milos dalla sinistra, si avvita in area Nenè al 6’, con la palla che va sul fondo. Poi all’8’, l’ennesimo palo per gli ospiti: è l’ex Schiattarella, con un tiro al volo da una ventina di metri a scheggiarlo sulla destra di Chichizola disteso in tuffo. È il momento dello Spezia di passare in vantaggio: sul cross dalla destra di De las Cuevas, sbuca Nenè dietro Rinaudo e appoggia dentro da un passo per l’1-0. Dopo tre minuti, però, è provvidenziale l’uscita di Chichizola sui piedi di Caputo lanciato in contropiede in area. Dopo alcune conclusioni finite sul fondo dei pugliesi, è ancora lo Spezia a pressare e Acampora in diagonale costringe alla gran parata sulla sua sinistra il bravo Micai al 39’. Dopo un minuto, dopo uno scambio di colpi proibiti tra Contini e Nenè in area, l’arbitro ammonisce entrambi e per il difensore del Bari è la seconda, così viene espulso. Protestano per un fallo su De Luca in area i baresi nell’ultimo minuto di recupero, ma l’arbitro fa proseguire e ammonisce Donati per proteste. Festeggiano i giocatori aquilotti, ora c’è da preparare la sfida di martedì.

Spezia-Bari 1-0 (pt 0-0) 

SPEZIA (4-2-3-1): Chichizola; De Col, Valentini, Piccolo, Milos; Brezovec, Canadjija; De las Cuevas (37’ st Kvrzic), Nenè, Stevanovic (27’ st Acampora), Giannetti (12’ st Catellani). A disp. Nocchi, Madonna, Bianchetti, Migliore, Situm, Gagliardini. All. Bjelica.

BARI (4-3-1-2): Micai; Sabelli, Contini, Rinaudo, Calderoni (32’ st Castrovilli); Schiattarella, Donati, Gomelt (32’ st Minicucci); Bellomo; Boateng (21’ st De Luca), Caputo. A disp. Guarna, Salviato, Romizi, Galano, Rada, Scalera. All. Nicola.

Arbitro: Manganiello di Palermo (assistenti Intagliata di Siracusa e Cangiano di Napoli; quarto uomo Serra di Torino)

Marcatore: 16’ st Nenè. Note: spettatori paganti 2.891 con un incasso di 21.079 euro, abbonati 4.313 (quota 23.398,40 euro). Espulso Contini al 40’ per doppia ammonizione Ammoniti Boateng, De las Cuevas, Acampora, Nenè. Tiri in porta 4-4. Tiri fuori 4-7. In fuorigioco 1-1. Angoli 5-1. Recuperi 0’ pt e 4’ st.