Vincenzo Italiano carica lo Spezia atteso oggi dal match col Crotone
Vincenzo Italiano carica lo Spezia atteso oggi dal match col Crotone
"Andremo in campo dando tutto, lo faremo per la nostra gente". Di per sé mister Vincenzo Italiano non ha bisogno di particolari stimoli per ostentare il suo carattere battagliero, ma di sicuro la bellissima lettera che i tifosi del club ‘Orgoglio Spezzino’ gli hanno fatto pervenire, in vista dell’importantissimo match odierno tra il suo Spezia e il Crotone (stadio ‘Picco’, ore 15, arbitra Sozza di Seregno), ha accresciuto in lui e nei suoi uomini forza e coraggio. "Più che ci si avvicina al traguardo – ha affermato il tecnico agrigentino – e più si percepisce...

"Andremo in campo dando tutto, lo faremo per la nostra gente". Di per sé mister Vincenzo Italiano non ha bisogno di particolari stimoli per ostentare il suo carattere battagliero, ma di sicuro la bellissima lettera che i tifosi del club ‘Orgoglio Spezzino’ gli hanno fatto pervenire, in vista dell’importantissimo match odierno tra il suo Spezia e il Crotone (stadio ‘Picco’, ore 15, arbitra Sozza di Seregno), ha accresciuto in lui e nei suoi uomini forza e coraggio. "Più che ci si avvicina al traguardo – ha affermato il tecnico agrigentino – e più si percepisce da parte dei tifosi affetto e vicinanza nei nostri confronti. È stato così nella partita precedente e sarà così contro il Crotone, so quanto ci tengono. Ho letto il comunicato del club Orgoglio Spezzino, ci chiedono grande attaccamento e cuore, lo abbiamo sempre messo e ce lo riconoscono. Sappiamo che dovremo continuare a spingere forte, andremo in campo consapevoli di dare tutto per i nostri tifosi". Una sorta di finale, quella odierna contro i calabresi, fondamentale in chiave salvezza. La vittoria degli Aquilotti contro i pitagorici significherebbe ipotecare la permanenza nella massima serie, mentre un pareggio vorrebbe dire mettere un ulteriore piccolo mattoncino in vista dei 36 punti idonei per la salvezza. "Una partita importante per noi – ha ammesso Italiano – perché ci può dare un segnale forte alla classifica, ma la è anche per il Crotone che continua a credere in un miracolo. Sarà una battaglia vera e propria. Il Crotone ha tanti punti di forza a dispetto dell’ultimo posto, si sta esprimendo bene mettendo in difficoltà tutte le avversarie. Lo Spezia dovrà cercare di esprimersi con grande qualità e attenzione".

"Più ci si avvicina al termine del torneo - ha avvertito l’allenatore delle Aquile – più dobbiamo essere bravi ad affinare l’attenzione per percepire il pericolo e le situazioni favorevoli. Le partite sono sempre meno, i punti sono importanti, oltre alla qualità occorre elevare l’attenzione perché è questo ciò che permette di vincere le partite". Il tecnico aquilotto potrà disporre di gran parte dell’organico con le sole eccezioni degli infortunati Saponara, Dell’Orco, Ramos e Mattiello. Non convocato Estevez, reduce dal Covid 19. "L’abbondanza è ormai una costante di inizio campionato, siamo in tanti, tutti spingono forte e mi mettono in difficoltà nella scelta dell’undici inziale. Per l‘ennesima volta ho molti dubbi, con tanti ragazzi che meritano una maglia da titolare. Però si va in campo in 11 e ci sono i sostituti che possono cambiare la partita: dobbiamo stare uniti e remare dalla stessa parte". Questa la probabile formazione iniziale: Zoet; Ferrer, Ismajli (in ballottaggio con Chabot), Erlic, Bastoni (in lizza con Marchizza); Maggiore, Ricci, Pobega (scalpita anche Leo Sena); Gyasi, Nzola, Verde (o Farias).

Fabio Bernardini