Vladimir Luxuria apre con ’Princesa’ la rassegna Teatro del dialogo

Il Suq Festival a Genova inizia con lo spettacolo 'Princesa' di Vladimir Luxuria, che racconta la storia di un ragazzo brasiliano desideroso di essere una ragazza. L'evento include più di 60 eventi e iniziative solidali.

Vladimir Luxuria apre con ’Princesa’ la rassegna Teatro del dialogo

Vladimir Luxuria apre con ’Princesa’ la rassegna Teatro del dialogo

La ventiseiesima edizione del Suq Festival inizia con l’anteprima di ‘Princesa’, lo spettacolo con Vladimir Luxuria che stasera alle 21.30 apre la rassegna ‘Teatro del Dialogo’. Va in scena sotto il tendone di Piazza delle Feste al Porto Antico di Genova, a bazar chiuso. Il viaggio nel festival multiculturale, con i colori delle botteghe degli artigiani e i sapori delle 13 cucine diverse si inaugura poi domani con il taglio del nastro che apre il 26° anno del Suq, fondato nel 1999 da Valentina Arcuri e Carla Peirolero che lo dirige da allora. Sono 11 giorni in cui si svolgono più di 60 eventi con oltre 100 ospiti, 35 Paesi rappresentati attraverso le arti performative, la letteratura, l’artigianato, le cucine, le iniziative EcoSuq, con al centro una rassegna teatrale con 9 titoli di cui 2 prime nazionali. Luxuria è la protagonista di ‘Princesa’, scritto e diretto da Fabrizio Coniglio. A 25 anni dalla morte di Fabrizio De Andrè, Luxuria porta sul palcoscenico la storia vera della persona resa nota dalla canzone di Faber, un ragazzo soprannominato "principessa" che non è nato in un castello ma in un paese rurale del Brasile. Lo spettacolo, prodotto da Teatro e Società, si basa sulle lettere scritte in carcere da Fernanda Farias De Albuquerque, che sin da ragazzino non si riconosce nel suo corpo e vuole essere una ragazza. Si trucca, gioca con le bambole, desidera disperatamente essere altro. Intraprende un viaggio difficile e disperato che lo conduce prima nelle metropoli brasiliane, poi in Europa, un percorso durante il quale il suo corpo cambia. Luxuria interpreta le emozioni e la malinconia di Princesa, forse per averle vissute in parte sulla sua pelle. Con lo spettacolo prende il via l’iniziativa solidale #ilteatrofabene, per cui chi acquista i biglietti degli spettacoli teatrali del Festival (unici eventi a pagamento) contribuisce ad aumentare il valore di una donazione fatta da Coop Liguria alla associazione Rete Scuole Migranti. Info: 329 2054579 o a [email protected].

m. magi