I carabinieri di Riomaggiore stanno effettuando le indagini
I carabinieri di Riomaggiore stanno effettuando le indagini

Riomaggiore (La Spezia), 20 ottobre 2019 - Il sabato sera in allegria all’interno di un locale, dopo aver fatto conoscenza con alcuni avventori e non solo, si sarebbe concluso con degli abusi sessuali. E’ la denuncia presentata da una turista americana venticinquenne, che sarebbe stata vittima di violenza sessuale durante la sua vacanza alle Cinque Terre. Sarebbe accaduto nella notte tra sabato e domenica della scorsa settimana, mentre la giovane, che abita nel New England, si trovava a Riomaggiore. La ragazza statunitense ha sporto denuncia ai carabinieri di Roma, perché il giorno successivo dell’episodio incriminato, è partita per proseguire il suo viaggio in Italia. Secondo quanto ha raccontato ai militari dell’Arma della capitale, ad abusare sessualmente di lei sarebbe stato proprio uno dei titolari del locale dove aveva trascorso la serata.

Non ci sarebbe stata penetrazione, ma ripetuti toccamenti nelle parti intime e baci non desiderati. Tutto questo sarebbe avvenuto a notte inoltrata, a livello temporale domenica 13 ottobre, all’esterno del locale di Riomaggiore. La giovane avrebbe detto che l’uomo del locale, ammesso fosse realmente il titolare, l’aveva invitata fuori ed è lì che sarebbe avvenuta la violenza. E’ anche probabile che entrambi avessero bevuto alcolici. Sulla vicenda, al momento, vige il più stretto muro di riserbo ed è in corso un’indagine, coordinata dal pubblico ministero Monica Burani.

I carabinieri di Riomaggiore, nella giornata di giovedì, si sono presentati nel locale e hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza, per analizzare tutti i movimenti avvenuti all’interno durante la serata. Sono state acquisite anche le riprese di altre telecamere che si trovano in paese, nella zona circostante. Pare che quella sera la venticinquenne del New England avesse conosciuto un ragazzo e anche lui aveva trascorso la serata nel locale. I carabinieri di Riomaggiore hanno ascoltato alcuni testimoni che quella sera si trovavano nel locale. Nessuno, a quanto sembra, avrebbe notato nulla di strano o approcci particolari.

Nella sua denuncia , la ragazza americana ha sostenuto che l’autore della violenza sia uno dei titolari del locale. Ma i possibili colpevoli, ascoltati dai carabinieri, avrebbero respinto categoricamente ogni addebito. Al punto che la presunta vittima delle molestie sessuali potrebbe anche aver sbagliato persona. Il caso è comunque molto delicato, le indagini continuano e si attendono sviluppi nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA