Litiga coi medici al pronto soccorso e sfascia una porta, denunciato

La polizia interviene anche nel quartiere Umbertino per due spacciatori con un metto e mezzo hashish

Polizia
Polizia

La Spezia, 2 novembre 2023 – Litiga con i medici al pronto soccorso e rompe una porta: denunciato. Poi un altro denunciato e un arrestato da parte della polizia nel quartiere Umbertino.

In occasione della festività di Ognissanti la Questura ha disposto un potenziamento dei servizi di prevenzione generale nel centro cittadino, che hanno visto impegnate le pattuglie dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico in specifiche attività di contrasto alla mala-movida, allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti ed al degrado urbano.

Nel pomeriggio del 30 ottobre, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, nel quartiere Umbertino, gli operatori sono stati insospettiti da un soggetto che armeggiava in un’aiuola nelle strette vicinanze del parco giochi di via Corridoni. Gli agenti hanno proceduto ad identificare il soggetto e, visto il suo atteggiamento nervoso e non collaborativo, lo hanno sottoposto a controllo approfondito, che ha consentito di rinvenire nella sua disponibilità 52,75 grammi di hashish. L’uomo è stato così denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e la sostanza sottoposta a sequestro penale.

Nella mattina del 31 ottobre le volanti sono invece intervenute dopo la segnalazione diretta di un cittadino, che aveva notato un via-vai di individui sospetti in un immobile disabitato nel quartiere Chiappa. Nel corso dell'attività gli operatori hanno identificato nell’edificio un soggetto marocchino che, durante l’accertamento, ha assunto un atteggiamento nervoso ed insofferente, circostanza che ha indotto gli agenti ad approfondire il controllo. Ciò a permesso ai poliziotti di rinvenire nella disponibilità del fermato: 100,44 grammi di hashish suddivisi in 4 pezzi, avvolti in cellophane trasparente; 1 coltello da taglio e 2 bilancini di precisione, con evidenti residui di sostanza stupefacente; 900 euro in contanti suddivisi in banconote di piccolo taglio, materiale tutto sottoposto a sequestro penale.

Per i fatti sopra esposti, l’uomo è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e, su disposizione del pm di turno, è stato tradotto in carcere in attesa del giudizio per direttissima previsto per la mattinata odierna, a seguito del quale il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per lui l’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Infine, nella serata del 31 ottobre nell’ambito della costante attività di vigilanza all’ospedale Sant’Andrea, le volanti della Questura sono intervenute al locale pronto soccorso per un individuo alterato che si stava ponendo in maniera minacciosa nei confronti del personale medico, danneggiando una porta di accesso dell’ospedale. Gli operatori, dopo aver riportato alla calma l’uomo, l'hanno denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Marco Magi