Parto in ambulanza. La bimba nata morta

LAVAGNA I dolori, l’intervento dei soccorsi, il parto avvenuto durante il trasporto in amb...

Parto in ambulanza. La bimba nata morta
Parto in ambulanza. La bimba nata morta

LAVAGNA

I dolori, l’intervento dei soccorsi, il parto avvenuto durante il trasporto in ambulanza, la piccola nata già morta. Una terribile tragedia quella che ieri mattina in un borgo della riviera spezzina ha colpito una famiglia nordafricana. Il triste episodio è avvenuto all’alba. Il 118 di Lavagna, ricevuta la telefonata con la richiesta di soccorsi, aveva inviato sul posto l’automedica e l’ambulanza di una pubblica assistenza. Da qui, la disperata corsa verso l’ospedale – quello di Lavagna – dove la trentenne è arrivata una decina di minuti prima delle 8. Secondo la ricostruzione dei fatti comunicata da Asl4, il parto spontaneo si è consumato durante il trasporto in ambulanza, circa quindici minuti prima dell’arrivo al pronto soccorso dell’ospedale lavagnese. La direzione sanitaria, nello specificare come la donna fosse "alla quarta gravidanza a rischio oltre termine", assicura che "tutte le manovre rianimatorie sul feto di sesso femminile messe tempestivamente in atto già durante il trasporto dalla équipe pediatrica e rianimatoria sono risultate vane. Al parto il feto appariva morto con segni di decesso avvenuto in utero verosimilmente in precedenza. Il personale è inoltre subito intervenuto per mettere in sicurezza la madre (le cui condizioni al momento non destano preoccupazioni; ndr), procedendo al ricovero nel reparto di Ostetricia e offrendo misure di sostegno con l’intervento della équipe psichiatrica". La direzione di Asl4 "si unisce al dolore della donna e della sua famiglia, a cui conferma vicinanza ed esprime cordoglio".

mat.mar.