Moro polveri bagnate, Reca irriconoscibile. Amian e Moutinho sono ’colpevoli’ sui gol

Dragowski salva la porta nel 1° tempo, Verde impegna due volte Bardi ma poi non difende, Antonucci chiuso nella morsa dei granata

DRAGOWSKI 6: salva la porta aquilotta con una parata d’istinto sul colpo di testa a botta sicura di Pieragnolo. Nulla può sulla doppietta di Gondo.

AMIAN 4,5: ancorato nella propria metà campo per le costanti sovrapposizioni di Pieragnolo, è fatale un’accelerazione del reggiano che lo lascia sul posto disegnando l’assist vincente trasformato da Gondo.

MUHL 5: sulle prime brilla per reattività su un insidioso spiovente da calcio d’angolo e su un tackle in scivolata su Gondo lanciato in contropiede. Nel prosieguo affonda, con lo stesso Gondo ad anticiparlo nettamente per il secondo gol granata.

NIKOLAOU 5: altra prestazione sottotono del greco, si perde completamente Gondo che non ha problemi a siglare il vantaggio dei granata (78’ ESPOSITO P. 6: si guadagna la sufficienza siglando la rete della bandiera per i bianchi).

RECA 4: irriconoscibile, si aprono voragini nella fascia di sua competenza con Portanova e Gondo che hanno spesso la meglio con le loro accelerazioni. Da dimenticare le rari comparse in fase offensiva (46’ MOUTINHO 4: non fa meglio del polacco. Portanova lo lascia sul posto fornendo il rasoterra a Gondo per il raddoppio della Reggiana).

CASSATA 5,5: essenziale il suo intervento difensivo su Gondo, poi tanta corsa ma poca qualità (59’ EKDAL 6: ci mette la garra).

ESPOSITO S. 5,5: altra prestazione poco convincente, in fase di possesso si limita a passaggi orizzontali, quando si tratta di schermare la difesa viaggia spesso a vuoto. E i ritmi sono più compassati dei dirimpettai. Si fa notare per l’assist al liberissimo Moro e per l’angolo perfetto ad azzeccare la testa vincente del fratello.

BANDINELLI 5,5: si ritrova spesso in inferiorità numerica a centrocampo, costretto a correre per due non riesce ad incidere (53’ ZURKOWSKI 5,5: entra con buon cipiglio, impegna Bardi con tiro da breve distanza, ma la rapidità ancora non gli appartiene).

VERDE 5,5: prova ad apportare un po’ di vivacità e tecnica ma pare predicare nel deserto. È l’unico a scaldare i guantoni di Bardi nel primo tempo con due insidiosi fendenti. Grave l’errore di non ripiegare sul fronte difensivo sull’affondo vincente del terzino Pieragnolo (59’ ELIA 5,5: non apporta valore aggiunto).

MORO 4: polveri bagnate per l’attaccante di Sant’Elena, si vede solo per una girata che si perde abbondantemente sul fondo. Costantemente anticipato dagli avversari, non va clamorosamente alla conclusione da favorevole posizione.

ANTONUCCI 4,5: chiuso nella morsa difensiva granata, non trova mai la breccia per andare a rete.

ALL. ALVINI 4: prestazione disastrosa della sua squadra, sovrastata sul piano del ritmo e dell’organizzazione dagli avversari. I numeri sono impietosi e senza scusanti: quarta sconfitta consecutiva, dieci gol subiti, solo quattro realizzati, ultimo posto in classifica.

ARBITRO COSSO 6,5: direzione di gara all’altezza.