Al Dialma apre il Social Bar: "Un percorso di inclusione"

Gestione affidata a Luna Blu per l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani con autismo .

Al Dialma apre il Social Bar: "Un percorso di inclusione"

Al Dialma apre il Social Bar: "Un percorso di inclusione"

"Un progetto nato a piccoli passi, da un’idea di 10 anni fa". Il Social Bar del Dialma ha preso vita ieri con un’inaugurazione in grande stile. Il nuovissimo bar, nel foyer, sarà aperto tutti i giorni e nelle sere di spettacolo fino alla fine degli eventi, per consentire al pubblico di fare aperitivo in foyer prima dell’inizio della rappresentazione e sarà gestito da Luna Blu, realtà unica nel panorama spezzino, uno spazio per l’inserimento nel mondo del lavoro di ragazze e ragazzi con autismo. "Con Alberto Brunetti – prosegue Alessandra De Simone di Isforcoop, che gestisce la struttura di Fossitermi – ci siamo innamorati di alcuni spunti. È stato un percorso lunghissimo e questo è il suo coronamento. Nelle prossime settimane ci vedrete nella nostra difficoltà quotidiana, invito dunque tutti a prendere un caffè". Ed è proprio questo il concetto, su cui si è soffermato anche Andrea Cerri degli Scarti. "Non sarà aperto solo per il Dialma ma chiunque potrà usufruire del servizio dalla mattina alla sera, per un caffè, un aperitivo e due chiacchiere in un ambiente amichevole". Il progetto Social Bar, promosso dall’Ats di gestione de Il Dialma - cantiere creativo urbano (Isforcoop capofila, e i partner Cooperativa Zoe e Gli Scarti), in partenariato con Fondazione Aut Aut e Luna Blu, è realizzato con il contributo di Fondazione Carispezia e rientra nelle azioni di sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo per i centri culturali nell’ambito del Bando Space; il progetto ha il sostegno del Comune di Spezia. "Sei anni fa abbiamo affrontato tanti problemi per risolvere la questione del Dialma – dice il sindaco Pierluigi Peraccini – Ora completiamo la nostra visione". Linda Messini della Fondazione Carispezia: "In questo modo, con questo Social Bar, si unisce l’aspetto sociale a quello culturale". Infine, la parola proprio ad Alberto Brunetti della Luna Blu. "Dal 2009, i progressi che hanno fatto i nostri ragazzi, ci hanno dato la forza di continuare. Ora abbiano 80 persone, 11 delle quali lavorano e presto anche la dodicesima". Nella stessa circostanza è stata scoperta la nuova targa dell’auditorium, dedicata a Lucio Battisti, alla presenza degli assessori Manuela Gagliardi e Lorenzo Brogi e della senatrice Stefania Pucciarelli

Marco Magi