Un aiuto per le casse comunali. Entra in vigore la tassa di soggiorno: "Porterà circa 400mila euro"

L’assessore al Bilancio Silvano Scotto spiega gli obiettivi che la giunta intende raggiungere

Un aiuto per le casse comunali. Entra in vigore la tassa di soggiorno: "Porterà circa 400mila euro"
Un aiuto per le casse comunali. Entra in vigore la tassa di soggiorno: "Porterà circa 400mila euro"

Con l’inizio dell’anno è entrata in vigore a Monte Argentario la tassa di soggiorno.

E’ una delle novità più importanti di questo inizio anno e la tassa permetterà, secondo il bilancio di previsione, di incrementare le entrate nelle casse dell’ente di circa 400mila euro. L’obiettivo dell’amministrazione è infatti "quello di rafforzare, con gli introiti che deriveranno da questa nuova imposta, ancora di più gli investimenti in campo turistico innescando un circolo virtuoso basato su progettualità, condivisione con gli operatori del settore e marketing territoriale", sottolinea l’assessore al bilancio Silvano Scotto.

In particolare l’imposta sarà destinata a finanziare interventi di promozione del territorio, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, investimenti per migliorare l’accoglienza turistica, il rafforzamento e aggiornamento degli strumenti di promozione, accoglienza e valorizzazione; la riqualificazione e gestione dei beni culturali e ambientali locali e dei relativi servizi; il finanziamento di progetti promozionali ed eventi di attrazione turistica da realizzarsi anche in collaborazione con la Regione e altri enti locali, associazioni e privati; progetti di sviluppo di rete escursionistica, di itinerari turistici e circuiti di eccellenza, anche in ambito intercomunale; progetti di mobilità turistica interna, viabilità, segnaletica e manutenzione delle strade comunali; cura e manutenzione del decoro urbano, igiene e decoro del territorio; servizi alla collettività che favoriscano l’accoglienza turistica. Per rendicontare tale imposta e permettere la migliore collaborazione possibile con le strutture recettive, il Comune si è dotato di un software gestionale ad hoc, chiamato "Staytour", accessibile tramite le credenziali Spid del rappresentante della struttura all’indirizzo http://impostasoggiorno.org/monteargentario.

Nel caso in cui si volesse registrare una nuova struttura, è possibile farlo compilando il modulo disponibile sul sito del Comune alla pagina dedicata. Le tariffe dell’imposta di soggiorno ammontano a 4 euro per pernottamento per gli alberghi a 4 e 5 stelle e 2 euro per pernottamento per tutte le altre strutture.

Andrea Capitani