Centrale del 118
Centrale del 118

Grosseto, 19 agosto 2019 -  Per quaranta giorni nessuno lo ha cercato. O, comunque, nessuno lo ha cercato con insistenza oppure si è preoccupato del suo non rispondere. Il motivo di questo lungo periodo di silenzio lo hanno drammaticamente scoperto i soccorritori che un vicino di casa aveva allertato a causa del cattivo odore che dall’appartamento aveva invaso anche le scale del palazzo.

I vigili del fuoco sono entrati nell’abitazione insieme al personale del 118 e ai carabinieri e hanno trovato l’uomo sdraiato in terra, privo di vita.  Morto da almeno 40 giorni, è stato stabilito poi in base alle condizioni della salma e alla ricostruzione fatta dei suoi contatti.

L’uomo, 57 anni, residente in città in un’abitazione che occupava da solo, è deceduto per cause naturali, un malore che non gli ha dato scampo né - evidentemente - il tempo di provare ad avvisare qualcuno.

E così si ripropone il dramma della solitudine e la tragedia di un uomo morto accidentalmente e il cui corpo esamine è stato ritrovato dopo quaranta giorni senza che, in questo lungo arco di tempo, nessuno avesse chiesto notizie di lui.