Ancora polemiche sul caso delle barriere fonoassorbenti sull’Aurelia chieste da un cittadino di Fonteblanda. Il ministero dell’ambiente ha chiarito la sua posizione. Ad annunciarlo è il Difensore civico della Toscana, Sandro Vannini, che si era occupato della vicenda. "Una nota del Ministero ha chiarito fornendo un’informativa sull’iter dello schema di decreto di approvazione degli interventi del piano di contenimento ed abbattimento del rumore da parte di Anas – scrive Vannini – che ha presentato soltanto nel dicembre 2008, il piano degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore. Dopo una serie di incontri l’azienda comunicava che era in corso la valutazione di una possibile rimodulazione del numero degli interventi eseguibili". Ad oggi lo schema di decreto di approvazione del piano Anas è in visione all’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Ambiente per le opportune valutazioni giuridiche prima dell’invio definitivo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’acquisizione dell’intesa prevista dal decreto ministeriale dell’Ambiente del 29 novembre. "Ancora una volta purtroppo non si esplicita in modo semplice, inequivocabile e chiaro, con tre numeri, giorno, mese ed anno – chiude il difensore civico della Toscana – il termine entro cui sarà effettuato l’intervento oggetto della richiesta di quest’ufficio. E ciò alimenta perplessità e dubbi".