Era scappata da un ospedale di Roma dove era in cura per disturbi mentali e aveva raggiunto Grosseto. A notare la donna in stato confusionale su un treno proveniente dalla capitale sono state alcune persone che l’hanno subito segnalata alle forze dell’ordine. La donna è stata rintracciata dalla...

Era scappata da un ospedale di Roma dove era in cura per disturbi mentali e aveva raggiunto Grosseto. A notare la donna in stato confusionale su un treno proveniente dalla capitale sono state alcune persone che l’hanno subito segnalata alle forze dell’ordine. La donna è stata rintracciata dalla polizia municipale di Grosseto e affidata al personale del 118. Erano le 22.45 quando la Centrale operativa ha ricevuto una segnalazione riguardante una donna che si aggirava in stato confusionale a bordo di un treno. La donna è stata fatta scendere alla fermata di Grosseto ed è stata condotta nei locali della stazione. Gli agenti della Polizia municipale ne hanno verificato le generalità e, tramite la banca dati, sono riusciti a rintracciare la sorella della donna che precedentemente aveva presentato denuncia di allontanamento. La donna è stata tranquillizzata dagli agenti intervenuti che l’hanno poi affidata alle cure del personale sanitario del 118, in attesa dell’arrivo della famiglia che l’ha riportata a casa. "Vogliamo ringraziare sentitamente la Polizia municipale per aver concluso ottimamente questa operazione così delicata – sottolineano il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Fausto Turbanti, assessore alla polizia municipale –. La sensibilità degli agenti ha reso possibile riaffidare la donna ai familiari, grazie alla creazione di un clima di fiducia e scongiurando il pericolo di eventuali gesti lesivi che la donna avrebbe potuto compiere verso se stessa e gli altri".