Premio di Letteratura italiana assegnato a Gabriele Segato

Il giovane: "Anche il Nautico dà solidi basi"

Premio di Letteratura italiana assegnato a Gabriele Segato

Premio di Letteratura italiana assegnato a Gabriele Segato

Nella sala Protomoteca del Campidoglio a Roma si è tenuta la premiazione del 12° Premio Internazionale di Letteratura italiana contemporanea, bandito dalla casa editrice Laura Capone Editore, con il patrocinio della Presidenza dell’Assemblea capitolina e i saluti istituzionali della presidente Svetlana Celli. Nella sezione editi, svetta nella classifica il romanzo "Le Cronache di Benjamin Owen: la profezia dell’oracolo" (edito da PubMe), scritto da Nathan J. Walker, nome d’arte di Gabriele Segato, 22 anni, ex alunno dell’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica (Nautico) di Porto Santo Stefano, studente di Storia e Archeologia all’Università di Firenze. Come racconta Segato, "questo è un chiaro esempio di come le opportunità offerte dagli istituti tecnici, come il Nautico di Monte Argentario, non si limitano a carriere legate al mondo marittimo. Questo premio – spiega il giovane scrittore – dimostra come un percorso formativo in un Istituto tecnico possa fornire solide basi per intraprendere studi universitari in settori completamente diversi e per coltivare passioni personali come la scrittura, che possono portare a opportunità inaspettate".