Ultimi due incontri formativi con la cittadinanza, oggi e sabato prossimo, per il progetto "Over to Over". L’iniziativa, promossa dal Comune di Grosseto, in collaborazione con la Prefettura, e realizzata dal Coeso Società della salute e da Simurg Ricerche, che si pone l’obiettivo di fornire informazioni utili su come prevenire le possibili truffe ai danni degli anziani, fa tappa oggi alle 16 nella sede Cna di Grosseto in via Birmania e sabato alle 15.30 nella sede...

Ultimi due incontri formativi con la cittadinanza, oggi e sabato prossimo, per il progetto "Over to Over". L’iniziativa, promossa dal Comune di Grosseto, in collaborazione con la Prefettura, e realizzata dal Coeso Società della salute e da Simurg Ricerche, che si pone l’obiettivo di fornire informazioni utili su come prevenire le possibili truffe ai danni degli anziani, fa tappa oggi alle 16 nella sede Cna di Grosseto in via Birmania e sabato alle 15.30 nella sede dell’associazione "Anta" di Braccagni, in viale dei Garibaldini 38. Negli incontri, che sono stati organizzati, rispettivamente, con la collaborazione di Cna Pensionati e dei volontari dell’associazione "Anta" di Braccagni, i partecipanti potranno conoscere quali sono le principali tecniche messe in atto dai truffatori e imparare a proteggersi. A portare il proprio contributo saranno i rappresentanti delle forze dell’ordine e la psicologa Flavia Martino, che coinvolgerà i partecipanti anche in attività di simulazione e role playing. Continua poi il lavoro di mappatura della situazione grossetana, che ha portato per il momento ad indagare l’esperienza di oltre 400 persone: di queste il 25% è stato vittima di una truffa. In Maremma purtroppo questa è una piaga molto conosciuta. Soprattutto nei piccoli paesi dell’Amiata e delle Colline del Fiora sono molte le persone che sono state avvicinate da personaggi senza scrupoli che hanno fatto di tutto per raggirarle. E molte sono state anche le vittime che hanno ceduto al tranello. Una situazione, questa, che deve essere monitorata molto bene ed è per questo che le forze dell’ordine, insieme ai servizi sociali, hanno messo in piedi questa serie di incontri per mettere in guardia le persone. Il questionario, molto importante per poter progettare prossime azioni di prevenzione calibrate sui reali bisogni dei grossetani, è compilabile online, all’indirizzo https:bit.lytruffeanziani2021) oppure in cartaceo, grazie alla collaborazione dei volontari di Auser Grosseto e dei centri sociali "Pace", "Ciabatti", I Saggi" e di Roselle, Rispescia e Braccagni, ai volontari dell’Arci di Grosseto, agli iscritti di Confartigianato e Cna, all’associazione Querce di Mamre, alla Croce Rossa, all’Officina della famiglia onlus e alle cooperative del territorio. Per maggiori informazioni: www.coesoareagr.it – email: overtover@simurgricerche.it, centralino Coeso 0564439210 – Pas, Punto di accesso al sociale 0564439230.