Esonda il torrente Elsa (Ansa)
Esonda il torrente Elsa (Ansa)

Grosseto, 14 ottobre 2014 -  Ci sono due vittime per l'alluvione che ha colpito oggi la Maremma. Due sorelle, Marisa e Graziella Carletti, di 65 e 69 anni, sono state estratte senza vita dall'abitacolo di un'auto dai sommozzatori dei vigili del fuoco a Sgrillozzo, nel comune di Manciano La loro auto, una Citroen C3, è stata travolta dalla piena del fosso Sgrilla, un affluente dell'Elsa, mentre percorreva una strada in fondovalle; le due sorelle stavano rincasando dopo aver fatto visita all'anziana madre, che vive nelle campagne di Marsiliana. I vigili del fuoco hanno recuperato il veicolo mentre era sommerso dall'acqua. Salvate nella stessa zona decine di persone, 27 le persone  evacuate in elicottero. Ancora in corso la ricerca di eventuali dispersi. Sempre a Manciano un'ambulanza è rimasta bloccata nel fanged è intervenuto l'elisoccorso per aiutare il personale e il paziente a bordo. Il Comune ha deciso che tutte le scuole rimarranno chiuse.

"L'ALLERTA ERA MODERATA". "Ci avevano comunicato una allerta meteo moderata, da 40-80 mm al massimo, e che sarebbe finita intorno alle 18. Invece la pioggia ha continuato e si è abbattuta con maggiore violenza". Così il sindaco di Manciano, Marco Galli, uno dei territori più colpiti, dall'ondata di maltempo che ha anche causato due vittime in località Sgrillozzo. Il sindaco ha fatto una prima ricognizione nel Comune e ha rilevato esondazioni, danni alla viabilità, ponti crollati, case alluvionate.

EVACUAZIONE A ORBETELLO - Gravi difficoltà a Orbetello: il Comune ha avvisato gli abitanti, anche con sms, chiedendo di spostarsi ai piani alti delle abitazioni, e ha deciso di evacuare, a scopo precauzionale, tramite un servizio di avviso puntuale casa-casa le famiglie delle zone particolarmente a rischio di Polverosa, Aunti, Alberone e Priorato. I vigili del fuoco hanno tratto in salvo altre nove persone colpite da ipotermia. Traffico bloccato sull'Aurelia, tra Orbetello e Albinia. Il momento più critico, spiega il sindaco Monica Paffetti, sembra essere passato: "Ha smesso di piovere e la perturbazione si è spostata". Ma c'è il fatto, non più tollerabile, che l'Albegna ha nuovamente creato problemi nelle campagne che fanno capo al comune di Orbetello. Il sindaco nel tardo pomeriggio ha dato l'ordine di evacuazione, a scopo cautelativo: "Già c'era l'allerta meteo, poi si è messo a piovere forte a monte. Abbiamo deciso di far evacuare la popolazione delle zone già colpite dall'alluvione due anni fa". In totale sono 50 le persone che sono state portate al palazzetto dello sport. "Serve l'argine remoto per l'Albegna, che è sì un fiume ma torrentizio. I lavori sono in ritardo, bisogna spingere, istituzioni e politica, perché l'intervento sia effettuato. Non si può pensare di portare via la gente tutte le volte: anche se non ci sono state vittime nel nostro comune, ci sono case e aziende che subiscono danni ingenti".

E' stato predisposto un servizio navetta con partenza dalla località la Barca del Grazi verso il punto di raccolta istituito al Palazzetto dello sport di Orbetello.  Anche il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, ha inviato alla popolazione un sms invitando a evitare le localita' nel territorio comunale di Pescia Fiorentina, Vallerana, Giardino e Piana di Radicata. 

ALLUVIONATE LE TERME DI SATURNIA - L'ondata di maltempo in Maremma ha colpito anche la zona delle colline del Fiora. E' crollato un ponte sul torrente Gattaia presso Saturnia dove le stesse terme sono state invase, comprese le piscine, da detriti di acqua e fango

Maltempo in Maremma, le terme di Saturnia invase dal fango/FOTO

Le terme di Saturnia alluvionate

VIABILITA' IN TILT - La Provincia di Grosseto ha diramato un comunicato invitando a "evitare gli spostamenti" su veicoli. Invasa dall'acqua, e interrotta, la strada statale 74 Maremmana da localita' Sgrilla fino a Manciano, che e' raggiungibile da Scansano, oppure da Montalto.

Pesanti difficolta' anche sulle provinciali Sgrilla e Sgrillozzo dove il reticolo idraulico delle ex bonifiche non starebbe piu' sostenendo gli effetti del temporale. Numerosi i poderi isolati. Danni anche ad attivita' commerciali.

Un elicottero, Drago 67, dei vigili del fuoco e' stato inviato dall'aeroporto di Ciampino (Roma) per raggiungere le fattorie isolate ma il velivolo incontra notevoli difficolta' nell'avvicinarsi agli 'obiettivi' a causa delle avverse condizioni meteorologiche. I vigili del fuoco hanno fatto intervenire un mezzo anfibio per raggiungere le zone piu' colpite. Danni anche nel territorio di Montemerano.

 

 

UNITA' DI CRISI - Si e' riunita a Grosseto, presieduta dal vicario Luigi Manzo e dal presidente della Provincia Emilio Bonifazi, l'unita' di crisi nella sala operativa di piazza Martiri d'Istia per coordinare tutti gli interventi necessari per fronteggiare l'ondata di maltempo. L'emergenza e' scattata verso le 16.30 quando sono intervenute le prime unita' dei vigili del fuoco, tutte le forze dell'ordine presenti nel territorio, insieme agli addetti e ai mezzi della protezione civile dei Comuni, del Consorzio di Bonifica e della Provincia di Grosseto. I vigili del Fuoco hanno evacuato con l'elicottero 27 persone. Nelle operazioni sono stati impiegati dai quattro gommoni, un mezzo anfibio, un hovercraft. Allestita un'unita' di crisi sul posto oltre ai vari mezzi logistici e di intervento.

La situazione meteo è in miglioramento. 

 

La mappa dei fulmini caduti in due ore nel Grossetano. 

I fulmini caduti in due ore (Spoltoremeteo)

Mandateci voto e video a naziononline@quotidiano.net