Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
17 mag 2022

Insulti sulla pagina facebook della Municipale

Il comandante Alessio Pasquini, una volta ottenuta l’autorizzazione dalla Giunta comunale, ha sporto denuncia contro ignoti

17 mag 2022
Il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini
Il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini
Il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini
Il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini
Il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini
Il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini

La pagina Facebook della Polizia Municipale di Grosseto presa di mira con offese. Insulti alla Polizia municipale via Facebook, e così il Comune di Grosseto ha deciso di andare per vie legali. Ingiurie sulla pagina Facebook e inviate alla e-mail del Comando della Polizia municipale di Grosseto. Offese e ingiurie, scritte da un profilo anonimo, su vari post pubblicati nelle scorse settimane, e indirizzate anche alla e-mail del Comando.

Così il Comune di Grosseto ha deciso di denunciare. "Siete veramente dei grandissimi pezzi di ......", questa la frase scritta più volte. E così la Giunta comunale ha autorizzato il comandante della Polizia municipale di Grosseto, Alessio Pasquini, a proporre una denuncia-querela nei confronti di un soggetto ignoto, responsabile del reato di diffamazione a mezzo stampa contro la polizia locale. Forse l’autore di tali frasi non riteneva che il suo comportamento portasse a sanzioni di questo tipo. Le ingiurie e le offese lanciate utilizzando i social network sono infatti equiparate al reato suddetto. In questo caso l’accaduto risale ad alcune settimane fa, quando in un profilo Facebook – apparentemente non riconducibile a una persona nota – erano state postate frasi offensive sotto ai post pubblicati nella pagina della Polizia municipale di Grosseto.

L’amministrazione ha quindi ritenuto il contenuto dei suddetti post e dalla e-mail, riconducibile a un soggetto attualmente ignoto, lesivo dell’immagine e della onorabilità dell’Amministrazione comunale e della Polizia municipale in quanto vanno ad incidere sulla considerazione di cui l’ente gode tra i cittadini e nell’opinione pubblica.

Per questo motivo il comandante della Polizia municipale, Alessio Pasquini, è stato autorizzato dalla Giunta guidata dal sindaco Vivarelli Colonna ad esporre querela nei confronti del soggetto attualmente ignoto e di chiunque altro si sia reso responsabile del reato di diffamazione a mezzo stampa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?