Ai medici di base, alla Vab e alla Cri di Castiglione della Pescaia, alla Misericordia di Buriano, alla Casa albergo di Vetulonia, in leniterapia Misericordia, all’ospedale di comunità, al pronto soccorso di Grosseto, in medicina interna setting K e L, in medicina nucleare, in ostetricia e ginecologia, in...

Ai medici di base, alla Vab e alla Cri di Castiglione della Pescaia, alla Misericordia di Buriano, alla Casa albergo di Vetulonia, in leniterapia Misericordia, all’ospedale di comunità, al pronto soccorso di Grosseto, in medicina interna setting K e L, in medicina nucleare, in ostetricia e ginecologia, in patologia neonatale, all’Uosd Mammografia, in radiologia, alla direzione dell’ospedale Misericordia, al comando dei carabinieri di Grosseto, alla Cri di Gavorrano, ai medici di base e alla Asl di Follonica, all’ospedale S. Andrea di Massa Marittima, alla Vab di Follonica e di Grosseto, all’Aft Follonica, ai medici di base Fimmg Grosseto e provincia, al Pronto soccorso e al 118 di Follonica, Cri di Scarlino, a tutti gli abitanti del comune di Castiglione della Pescaia, e a molti altri. Sono andate le mascherine, i calzari e tutti i presìdi medici necessari per il contrasto al coronavirus in tempo di lockdown. Tutto grazie alle centinaia di persone che hanno permesso a Insieme in Rosa onlus di raggiungere obiettivi importanti per la comunità nel tempo più duro della pandemia, quello in cui non si riuscivano a trovare le mascherine neanche per quelle categorie di lavoratori che hanno affrontato, e affrontano, l’emergenza in prima linea. La onlus che si è trovata a gestire una vera e propria macchina della solidarietà che ha permesso di raccogliere, in pochi giorni, 91.726,96 euro utilizzati anche per donare un ventilatore polmonare al pronto soccorso Obi covid e post intensiva covid del Misericordia. "Per questo Insieme in Rosa ringrazia ogni donatore e volontario".