Follonica, Massa Marittima e Scarlino: comuni ciclabili con tanto di bandiera. La Fiab, Federazione italiana ambiente e bicicletta ha assegnato il vessillo gialli ai tre comuni maremmani annoverati tra i 136 d’Italia ’certificati’ come essere a dimensione delle due ruote. Nove sono in totale i comuni toscani oggi aderenti e tra questi, spicca la presenza di Follonica, Massa Marittima e...

Follonica, Massa Marittima e Scarlino: comuni ciclabili con tanto di bandiera. La Fiab, Federazione italiana ambiente e bicicletta ha assegnato il vessillo gialli ai tre comuni maremmani annoverati tra i 136 d’Italia ’certificati’ come essere a dimensione delle due ruote.

Nove sono in totale i comuni toscani oggi aderenti e tra questi, spicca la presenza di Follonica, Massa Marittima e Scarlino, i tre comuni ricadenti nell’area del Parco Nazionale delle Colline Metallifere.

La cerimonia con la consegna degli attestati e delle bandiere di ComuneCiclabile agli amministratori dei tre comuni, si è svolta ieri a Gavorrano presso la sede del Parco Nazionale delle Colline Metallifere.

Presenti, oltre alla presidente del Parco Lidia Bai, alla direttrice Alessandra Casini e al coordinatore Fiab per la Toscana Angelo Fedi, anche il vice commissario prefettizio di Follonica Francesco Piano, il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini e il vicesindaco di Scarlino Luciano Giulianelli.

"Questo risultato non è un caso – commenta Angelo Fedi, coordinatore Fiab Toscana e presidente di Fiab Grosseto Ciclabile – Nel 2017 Follonica è stato il primo ComuneCiclabile toscano e, proprio con il Parco abbiamo collaborato alla stesura della scheda azione 71 del nuovo Piano quinquennale di azione CETS 2019 – 2023, che vede come obiettivo strategico l’individuazione delle caratteristiche che deve avere un territorio per essere appetibile al cicloturista, ed in seguito adeguare l’offerta di servizi per il ciclo turismo, sia pubblici che privati. La valutazione e l’acquisizione dell’attestato di Comune Ciclabile, se da un lato evidenzia l’impegno per lo sviluppo della mobilità sostenibile espresso dalle singole amministrazioni, nello stesso tempo accredita l’intero territorio del Parco promuovendolo quale ’territorio bike friendly’. In un momento difficile come quello attuale, la certificazione di Comune Ciclabile aggiunge valore, subito disponibile, all’offerta turistica di tutto il comprensorio".