‘A Bagno via Marconi è pericolosa’

I residenti di Bagno protestano per le condizioni del fondo stradale, la segnaletica carente e altri pericoli. Il Pci locale condivide la protesta, chiedendo interventi risolutivi da parte di Comune e Provincia.

La situazione del fondo stradale delle vie nella frazione di Bagno, ed annesse situazioni complementari come una segnaletica carente, scatena da tempo le rimostranze dei residenti e non solo. E la signora Bella Pezzoli invia una nota di protesta al sindaco Ulivieri, all’Ufficio Ambiente e al comando della Polizia municipale segnalando i disagi e Mauro Lorenzini del Partito Comunista locale, si associa alla protesta della signora aggiungendo, fra l’altro, come le responsabilità devono essere condivise pure con la Provincia proprietaria di alcune vie non ultima via Marconi. "Sono a segnalare lo stato di pericolosità delle vie di Bagno – dice Bella Pezzoli – in particolare via Marconi, dove sono presenti molte buche, strisce pedonali inesistenti, segnaletica carente. Non è un bel biglietto da visita – aggiunge – e in più ci sono situazioni di pericolo sia per i pedoni che per gli autoveicoli circolanti". Poi Bella Pezzoli aggiunge: "lungo i guardrail che portano all’uscita sulla via Aurelia, da Gavorrano Scalo, c’è della vegetazione che può essere pericolosa specialmente per i motoveicoli." La protesta come detto, è stata condivisa dal Pci locale che ricorda come le competenze siano da condividere fra Comune e Provincia e si augura che le spese per gli interventi siano dirette ad interventi consistenti che vadano a risolvere le problematiche sollevate in tempi brevi, ma soprattutto in maniera risolutiva.

Roberto Pieralli