La Fiorentina del ‘57 e il sogno che si avvera. Gli bucarono il pallone. Restituito dopo 66 anni

Una donna, moglie di un membro dello staff viola, ha consegnato un pallone con i nomi dei giocatori della Fiorentina del 1957, mettendo fine a una "diatriba" che durava da 66 anni. La famiglia Tassini, fedele alla Lazio, è felice.

Un pallone con i nomi dei giocatori della Fiorentina del 1957 ha posto fine ad una "diatriba" che durava da 66 anni. La vicenda era iniziata proprio nel 1957 quando la Fiorentina di Bernardini si allenava a Camaldoli, in Casentino. I giocatori viola presero un pallone al nipote del proprietario di un ristorante e giocando a calcio lo bucarono. Il ragazzino, Danilo Tassini, che ora ha raccontato quanto accaduto, all’epoca aveva sette anni e iniziò a piangere. Gli fu assicurato che sarebbe stato inviato un pallone nuovo ma il dono non arrivò mai. Così, dopo due anni di attesa, il nonno decise che non avrebbero mai più tifato Fiorentina, ma avrebbero fatto il tifo per la squadra che in quel momento ultima in classifica, ovvero la Lazio. Qualche settimana fa una signora è entrata nel locale e ha visto le sciarpe della Lazio meravigliandosi di un presidio biancoceleste proprio a Camaldoli. Dopo essere venuta a conoscenza della storia la donna, moglie di un membro dello staff viola, racconta ancora Tassini, ha promesso di tornare con un pallone con i nomi dei giocatori del 1957. Qualche giorno fa la consegna del pallone ha posto fine alla diatriba. "Ma non torneremo - ha detto Tassini - a tifare Fiorentina, restiamo fedeli alla Lazio ma siamo felici".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su