dall’inviato Riccardo Galli Una partita dietro l’altra e tanto mercato. Così, già ieri sera, mentre la squadra rientrava da Roma, il telefono di Daniele Pradè assomigliava al terminale di un call center. La linea più occupata? Quella con il Torino, con al centro tre operazioni segnate da gradazioni di diversa importanza. La più importante (e forse con lo stato di avanzamento maggiore) riguarda Kouame. Il club granata offre 16 milioni per l’esterno arrivato dal Genoa un anno fa. Difficile rispondere di no se i...

dall’inviato Riccardo Galli

Una partita dietro l’altra e tanto mercato. Così, già ieri sera, mentre la squadra rientrava da Roma, il telefono di Daniele Pradè assomigliava al terminale di un call center. La linea più occupata? Quella con il Torino, con al centro tre operazioni segnate da gradazioni di diversa importanza. La più importante (e forse con lo stato di avanzamento maggiore) riguarda Kouame. Il club granata offre 16 milioni per l’esterno arrivato dal Genoa un anno fa. Difficile rispondere di no se i parametri sono questi, ma in casa Fiorentina si vuole aspettare qualche giorno. Forse l’appuntamento di domenica con il Cagliari o forse che in casa viola si sia identificato il possibile sostituto (El Shaarawy?). Fatto sta che il Toro vuole Kouame a tutti i costi e sul piatto, soldi a parte, propone ai viola il cartellino di Zaza. Terzo scenario viola-granata: Duncan. Dopo il Cagliari e il Genoa, anche il Torino accetterebbe di buon grado il prestito (senza però obblighi di riscatto) del centrocampista.

Detto di Zaza, la Fiorentina ha comunque aperto altre due strade per risolvere la questione attaccante. Inglese del Parma è una soluzione che piace per l’immediato, ma si vorrebbe evitare di investirci anche (e tanto) per il futuro. Magari guardando la cosa nella prospettiva della prossima stagione, la candidatura forte rimane quella di Caicedo della Lazio, del quale si è parlato anche a margine della partita di ieri. Tare continua a ripetere che il giocatore non lascerà Roma, ma la sensazione è che si tratti di una tattica per tenere alto il prezzo. Per la Fiorentina, Caicedo si potrà fare al massimo per 6 milioni, mentre la Lazio di milioni ne vuole otto. Si parla meno di Scamacca, in prestito al Genoa, ma di proprietà del Sassuolo. La società viola segue comunque gli sviluppi attorno al giocatore, mentre _ tornando alle manovre in uscita _ il percorso più probabile per Cutrone, al momento, rimane quello nella direzione della Sampdoria che però deve prima capire se Quagliarella andrà alla Juventus. Su Cutrone rimane l’interesse del Benevento che però dovrebbe faticare e non poco a convincere il giocatore.

Per il centrocampo, oltre a Duncan è più vicino all’addio Pulgar (fuori dai titolari anche ieri). Il sondaggio più concreto dal Leeds, mentre in Inghilterra si continua a dare in partenza per l’Italia, Torreira che dopo aver detto no al trasferimento (via Atletico Madrid) al Torino è in attesa della proposta della Fiorentina. Nel frattempo, la società viola punta a chiudere con il Venezia l’acquisto (prestito con diritto di riscatto obbligatorio) del giovane Maleh.