Il futuro di De Rossi doveva per forza colorarsi di viola; nel destino c’era Firenze, accarezzata lo scorso anno prima di decidere che in in Italia avrebbe indossato solo una maglia, quella della Roma. Ma questa volta il popolo giallorosso non avrebbe niente da obiettare, perché l’ex Boca Juniors passerebbe dal campo alla panchina. Tutto questo almeno secondo le ultime indiscrezioni di Sky Calcio Show- L’originale che vorrebbero Capitan Futuro nuovo allenatore della...

Il futuro di De Rossi doveva per forza colorarsi di viola; nel destino c’era Firenze, accarezzata lo scorso anno prima di decidere che in in Italia avrebbe indossato solo una maglia, quella della Roma. Ma questa volta il popolo giallorosso non avrebbe niente da obiettare, perché l’ex Boca Juniors passerebbe dal campo alla panchina. Tutto questo almeno secondo le ultime indiscrezioni di Sky Calcio Show- L’originale che vorrebbero Capitan Futuro nuovo allenatore della Fiorentina nella prossima stagione.

Dici De Rossi e pensi subito alla grande presenza di ex romanisti emigrati in Toscana, a iniziare dal direttore sportivo Pradé, passando per Vincenzo Montella (romano acquisito) per finire poi con Alberto Aquilani, il Principino che a Firenze ha messo radici ed è entrato nello staff tecnico della prima squadra. Pradè che l’anno scorso per convincere DDR a venire a giocare da queste parti lo aveva ingolosito con la prospettiva di inserirlo nello staff tecnico, con il via libera da parte di Montella. Acqua passata.

Ora tutto torna di moda, magari con una spalla tecnica-senior a supporto, considerato che deve ancora frequentare il supercorso di Coverciano. Ad aprile avrebbe dovuto frequentare il corso per gli ex calciatori e ottenere la licenza Uefa A che gli avrebbe permesso di fare il vice in A e B, allenare in C, in A femminile e nelle squadre giovanili. Il Covid-19 ha rallentato tutto.

Sarebbe una sorpresa De Rossi allenatore rispetto a quello che era sempre stato pensato, non fosse altro perchè DDR è alla sua prima esperienza assoluta da mister (il padre Alberto allena la Primavera della Roma). Ha sempre però detto di voler diventare allenatore e lo era già in campo quando giocava. Indiscrezione o certezza; di fatto è stato sancito che l’avventura di Iachini è al capolinea, almeno per la stagione che verrà.

Come detto, sarebbe una scelta che cambierebbe la geografia che si pensava per il futuro della panchina della Fiorentina. Profili degli allenatori fatti avevano ben altro curricula. Spalletti, Emery, Sarri, Blanc fino alla suggestione Allegri, giusto per citare alcuni dei nomi che erano stati accostati alla panchina viola.

Insomma, per tornare indietro nel tempo, un’operazione in stile Roberto Mancini che da allenatore Carneade nella stagione 2001-2002 era stato piazzato a dirigere le operazioni senza neppure essersi tolto gli scarpini da gioco.