di Giampaolo Marchini Anche Fabio Paratici, ds della Juventus, nel prepartita contro la Sampdoria, ha confermato che Luca Pellegrini, giovane cursore di sinistra rientrato dal prestito a Cagliari, non resterà con i bianconeri. E alla corsa per assicurarsi il classe ’99 si è iscritta anche la Fiorentina che cerca comunque un’alternativa a Biraghi. "Il suo nome va allargato anche a quello di altri...

di Giampaolo Marchini

Anche Fabio Paratici, ds della Juventus, nel prepartita contro la Sampdoria, ha confermato che Luca Pellegrini, giovane cursore di sinistra rientrato dal prestito a Cagliari, non resterà con i bianconeri. E alla corsa per assicurarsi il classe ’99 si è iscritta anche la Fiorentina che cerca comunque un’alternativa a Biraghi.

"Il suo nome va allargato anche a quello di altri giovani della nostra rosa: parlo dello stesso Pellegrini. Stiamo cercando di creargli il percorso giusto per farli diventare un giorno in pianta stabile giocatori della Juventus". La Fiorentina però lo vorrebbe in pianta stabile e i bianconeri non sarebbero propensi a cederlo in modo definitivo. O meglio, non subito. Ecco perché sulle sue tracce ci sarebbe anche il Genoa, più propenso a far arrivare il difensore anche a titolo temporaneo.

Si infittiscono, intanto, i colloqui tra la Fiorentina e il Leeds. La squadra di Bilesa cerca infatti un regista ed Erick Pulgar potrebbe essere proprio il giocatore che il ’Loco’ sta cercando. Si tratta sulla base di 15 milioni che gli inglesi potrebbero mettere sul piatto per convincere i viola a chiudere un’operazione che accontenterebbe entrambe le società e il giocatore. La Fiorentina, infatti, chiuderebbe una plusvalenza, considerato che lo aveva comprato dal Bologna a poco meno di dieci milioni. Il cileno avrebbe dato la sua disponibilità, anche in considerazione della tanta concorrenza che c’è nel centrocampo viola anche dopo il ritorno di Borja Valero e l’arrivo di Amrabat.

Capitolo Chiesa. Potrebbe essere questa la settimana in cui ci sarà il contatto tra la Fiorentina e il giocatore per valutare la situazione, Al momento offerte concrete non ci sono, le pretendenti sì ma devono palesarsi in modo concreto e, soprattutto, presentarsi con i milioni che chiede la Fiorentina. Non è neppure escluso che il presidente Commisso possa rilanciare e magari proporgli un adeguamento del contratto e relativo prolungamento. Ipotesi difficile, ma non impossibile.