Un momento della sfida tra Fiorentina e Arsenal
Un momento della sfida tra Fiorentina e Arsenal

Firenze, 21 luglio 2019 - La Fiorentina perde per 3-0 contro l'Arsenal di Emery la sfida del Bank of America Stadium di Charlotte (Usa): una sfida di lusso per il team di Montella nell'International Champions Cup, (RILEGGI LA CRONACA) che ha già visto i viola vincere per 2-1 contro il Chivas nella prima giornata. In questa seconda sfida l'Arsenal ha fatto valere la sua preparazione avanzata, visto che la Premier League inizia prima.

Ma i viola non hanno assolutamente sfigurato, anzi. Nel primo tempo sono state almeno due le occasioni clamorose per Sottil e compagni. Molto interessante Vlahovic, che in attacco mostra un paio di clamorose folate offensive. Bene Ceccherini e Ranieri in difesa. Tanti insomma i segnali positivi in una partita ovviamente particolare, con una girandola di cambi da una parte e dall'altra.

Il caldo ha sicuramente giocato un ruolo. E infatti dopo i primi trenta minuti a tutta c'è stato un calo. Ma nel finale i viola hanno avuto un altro paio di buone occasioni, tra cui una con Simeone, mostrando insomma di crederci. Alla fine però i "pesi massimi" dell'Arsenal hanno avuto la meglio. Nel secondo tempo sono entrati infatti tutti i big: da Ozil a Lacazette, che chiude il suo score con ben due assist. 

Primo tempo con una bella Fiorentina, che cerca più volte la conclusione a rete. A passare però è l'Arsenal con Nketiah, che su una ripartenza ha il tempo di raccogliere il pallone in area, fintare, rubare il tempo alla difesa viola e battere Dragowski incrociando un perfetto diagonale. Interessanti, per la Fiorentina, le due conclusioni di testa di Ranieri e Ceccherini sugli sviluppi di un paio di calci d'angolo. Nel secondo caso soprattutto, il salvataggio di Nketiah è davvero provvidenziale, sarebbe stato gol.

L'occasione più nitida e allo stesso tempo l'azione più bella è quella di Sottil, che scatta alla perfezione sul filo del fuorigioco dopo un lancio di Saponara. Sottil si trova solo davanti a Martinez, che è bravo a chiudere lo specchio della porta.

Ma l'azione, allo scadere dei 45', mostra come la Fiorentina non abbia alcun timore reverenziale, anzi. E infatti, prima del fischio di fine primo tempo c'è un'occasione forse ancora più preziosa. E' quella di Vlahovic, che in area di rigore pennella il pallone con l'esterno. Un tocco delizioso che finisce a fil di palo.

Nel secondo tempo cambia il volto della sfida perché scatta la girandola di cambi. Entrano per la Fiorentina, tra gli altri, Eysseric e Simeone. Anche Terracciano in porta da il cambio a Dragowski. E l'Arsenal mette dentro i big. Pur senza strafare, Lacazette alla fine farà due assist: uno per Nketiah, che segna dunque una doppietta. E un altro, nel finale, per Willock. Due assist molto simili, in area, con Terracciano che non può niente su entrambi i gol.

La Fiorentina ha il merito di crederci sempre, fino all'ultimo. E infatti è proprio negli ultimi minuti che capita sui piedi di Simeone un bell'assist che però il Cholito non riesce a raccogliere perfettamente, spedendo la palla fuori. Molto bella l'incursione di Sottil sulla sinistra, che salta un paio di avversari e conquista una buona punizione in area. In conclusione dunque, una Fiorentina ancora in rodaggio ma che ha contenuto l'Arsenal, che pure ha giocatori di grande caratura, peraltro più avanti di condizione visto che la Premier League inizia tra un paio di giorni. 

IL TABELLINO

Arsenal-Fiorentina 3-0

ARSENAL (5-2-3): Martinez (1’ st Leno), Jenkinson (36’ st Xhaka), Chambers (18’ st Mkhitaryan), Mustafi (36’ st Medley), Monreal (36’ st Maitland-Niles), Kolasinac (1’ st Lacazette), Olayinka (18’ st Papastathopoulos), Burton (35’ st Thompson), Nelson (35 st Ozil), Nketiah, Saka (18’ st Willok). All. Emery.
FIORENTINA (4-5-1): Dragowski (1’ st Terracciano), Venuti, Ceccherini (40 st Hristov), Ranieri (26’ st Milenkovic), Terzic (26’ st Baez), Sottil, Castrovilli (1’ st Zurkowski), Cristoforo (36’ Beloko), Saponara (26’ st Eysseric) Benassi (26’ st Hancko), Vlahovic (26’ st Simeone). All. Montella.
Arbitro: De Oliveira (Stati Uniti)
Marcatori: 15’ pt e 19’ st Nketiah, 43’ Willock