Firenze, 25 luglio 2017 - "I miei vogliono essere concerti di condivisione, cerco un dialogo emozionale con chi mi ascolta". Giulia Mazzoni, la pianista e compositrice pratese (che da anni vive a Firenze) fa il punto sulla sua tournée per presentare  "Room 2401" (Sony), il suo secondo album dopo "Giocando con i bottoni" del 2013. Giovedì 27 luglio Giulia sarà nella "sua" Firenze per un'altra tappa del  "Room 2401 Summer Tour" (dopo Prato, Milano, Arezzo, Cigoli (Pisa), Venezia, Lucca): l'appuntamento è alle 21.30 alla Limonaia Strozzi (via Pisana 77).

"Questo tour mi sta dando molte soddisfazioni _dice Mazzoni_ i brandi del nuovo album sono stati accolti in maniera positiva da parte del pubblico. Mi hanno scritto in tanti per dirmi che si sono emozionati, che hanno ritrovato la loro stanza. lo scopo del cd era proprio quello di tornare alle emozioni e di riscoprire anche se stessi attraverso le note del mio piano che poi è il piano di tutti".

Per creare questa atmosfera sono importanti e preziosi i luoghi dove Giulia suona: " Ho suonato in luoghi particolari e affascinanti. Mi piace creare un dialogo con il pubblico, ma anche con il luogo dove mi trovo. E così penso che sarà a Firenze. Spero che tutta questa magia si proporrà di nuovo"

A dare il titolo al cd e al tour è una stanza di un hotel di Chicago, la 2401, appunto: "Dopo il successo del primo cd e della tournée in Cina -racconta l'artista_ già nel volo di ritorno ero presa dall'ansia per i riflettori che si spengevano. Dovevo aprire un nuovo capitolo. allora sono tornata nel mio mondo, tra Prato e Firenze e ho ritrovato sicurezza e tranquillità. Ho ripreso a viaggiare e a Chicago, in un inverno freddissimo, in pratica ero sempre chiusa in quella stanza e lì ho preso consapevolezza di me stessa e di quello che volevo fare, mi sono aperta al mondo".

"Room 2401" racconta esperienze reali o sogni, seguendo la linea creativa di Mazzoni: condividere le emozioni attraverso la musica, "emozionarsi per emozionare". Così, si passa da una passeggiata sul ghiaccio sulle sponde del lago Michigan ("Winter's Dream") alle emozioni struggenti di una visita al museo dell'immigrazione di Ellis Island a New York ("Ellis Island"). Un disco arricchito anche dalla partecipazione di Nyman, che ha riarrangiato per due pianoforti ed eseguito con lei una nuova versione di un brano di una delle sue colonne sonore: 'The Departure' (da 'Gattaca').

Il tour di Mazzoni prosegue a Radicondoli (Siena) il 30 luglio e a Bibione  (Venezia) il 3 agosto con una partecipazione al Festival Show. Poi, a settembre il tour riprende con nuove date e a febbraio/marzo sbarcherà in Cina.