Porta la droga al cugino nel carcere minorile: in manette

Il pacco sospetto è stato intercettato dalla polizia penitenziaria

Carcere (Foto archivio)
Carcere (Foto archivio)

Firenze, 19 maggio 2023 - Avrebbe tentato di recapitare droga nel carcere minorile di Firenze, nascondendo la sostanza nell'orlo dei pantaloni da consegnare a uno dei giovani ospiti. Questa l'accusa che ha portato all'arresto di un uomo di origine tunisina, fermato dagli agenti della polizia penitenziaria, che hanno anche denunciato un minore che era in sua compagnia, a sua volta trovato in possesso di stupefacente.

È quanto riferisce in una nota il Sappe. In particolare, spiega il segretario regionale per la Toscana del sindacato Francesco Oliviero, l'arresto risale al pomeriggio di mercoledì: l'uomo si sarebbe presentato in portineria affermando di essere il cugino di un detenuto presente nel carcere minorile con l'intenzione di volergli lasciare un pacchetto. “L'agente addetto alla portineria ha avvertito il comandante - si spiega - il quale ha disposto di controllarne il contenuto: all'interno è stato rinvenuto nella cucitura di un pantalone della sostanza stupefacente. Successivamente, a seguito di successiva perquisizione personale, sempre sulla stessa persona è stata rinvenuta altra sostanza per un peso totale di circa 15 grammi ed un grosso coltello. Lo stesso personale di polizia penitenziaria, insospettito dal comportamento di un altro ragazzo, minorenne, che aveva accompagnato l'uomo, ha quindi proceduto all'identificazione e perquisizione di quest'ultimo, rinvenendo anche sulla sua persona altri 10 grammi di sostanza". L'arresto dell'uomo, si spiega ancora, è stato convalidato e nei suoi confronti disposta la misura cautelare del divieto di soggiorno nella provincia di Firenze.