Sesto Fiorentino (Firenze), 20 settembre 2021 - "A me piacciono le sfide, è il bello della democrazia, mi hanno detto che mai un leader del centrodestra era venuto nella storia a Sesto, quindi già qualche passo in avanti lo abbiamo fatto. Qui la sinistra ha sempre vinto, stravinto, dominato, fatto e disfatto. Il bello della democrazia è che dopo 50/60 anni il cambiamento è sano e quindi ho incontro il candidato e andiamo a proporre un'idea di città diversa, soprattutto sui temi del lavoro".

Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando stasera a Sesto Fiorentino del voto alle amministrative del 3 e 4 ottobre.

Matteo Salvini a Sesto Fiorentino (foto Germogli)

"I 400 operai della Gkn non sono lontani, aziende in difficoltà ci sono anche qua a Sesto e nella cintura fiorentina - ha aggiunto Salvini - Molti di questi problemi vengono dall'Ue, nascono da Bruxelles e quindi ci spieghi il Pd la scelta di votare entusiasta qualsiasi cosa proposta da Bruxelles che poi significa licenziamenti in Italia. Chi fa componenti per auto sappia che la sinistra in Ue vota tutto quello che suona green ed entro il 2035 non ci saranno più macchine a combustione nel Paese, rischiano il posto di lavoro quasi 1 milione di persone".