Pitti Fraganze
Pitti Fraganze

Firenze, 12 settembre 2014 - Al via da oggi fino al 14 settembre la dodicesima edizione di Pitti Fragranze, kermesse che quest'anno è dedicata al rapporto fra letteratura e profumi. Un appuntamento da non perdere, ricco di eventi collaterali affascinanti. Il tema di quest'anno è infatti all'origine dello speciale progetto Verba Olent: da Omero a Goethe, da Boccaccio a Flaubert, da Baudelaire a Manzoni sono stati selezionate oltre 80 frasi, suddivise per piramide olfattiva, che sono riuscite a trasferire in parole un odore e un'emozione.

Il programma di eventi, sia alla Leopolda che in giro per la città, prevede anteprime e conferenze stampa. Gia da oggi pomeriggio il brand Manè organizzerà uno speciale incontro con tre celebri maestri profumieri Céline Ripert, Christian Vermorel e Serge Majoullier, che mostreranno in esclusiva un’estrazione dal vivo con la tecnica Jungle Essence, capace di ricreare un odore assolutamente identico a quello naturale. Antica Profumeria Monalys, Via Maggio 13r, offrirà un aperitivo per due serate consecutive, 12 e 13 settembre, dalle 18.30 in poi, nel segno dell'eccellenza Made in Tuscany, un'inebriante sinestesia dedicata al Chianti, con una degustazione parallela fra l'emozione olfattiva della fragranza ambiente "Il mio Chianti" firmata Monalys e un calice di vino di una prestigiosa etichetta.

Stasera inaugura Avery Perfume Gallery in Borgo Albizi 70/r, un negozio che ricorda un’antica farmacia dei primi del 900’, con una grande vetrina centrale in vetro e legno invecchiato, poltrone fin de siècle, lampade rétro realizzate artigianalmente, dove i clienti possono lasciarsi coinvolgere dalle emozioni scaturite dalle fragranze e dagli immaginari visivi che vi si possono affiancare. Sempre oggi, alla Stazione Leopolda, Mane, azienda francese leader mondiale nella creazione di fragranze e aromi, e precisamente Micaela Giamberti, Fragrance Division Director di MANE Italia, curerà un’interessante viaggio alla scoperta del prezioso universo delle fragranze di nicchia, partendo dall’origine e dal ruolo sociale del profumo nelle varie epoche e nella storia del costume, per arrivare all’infinita ricchezza olfattiva che si cela all’interno di una materia prima.

Sabato mattina alle 10,30 sarà presentata la nuova fragranza “I Giardini del Granduca”, una speciale eau de toilette promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale di Firenze e prodotta da Sillabe. Lo stesso giorno, alle 12.30 sarà possibile partecipare a un incontro-talk con Chandler Burr, scrittore, perfume critic, tra i massimi esperti al mondo di fragranze. Un progetto che coinvolge il famoso store newyorkese Aedes De Venustas, non a caso saranno presenti all'incontro anche Robert Gerstner e Miguel Briceno, rispettivamente fondatore e manager del famoso fragrance shop. Dispar celebrerà gli 80 anni di “Pour Un Homme”, mitica fragranza firmata dalla maison parigina Carone lanciata nel lontano 1934 e lancerà due nuove fragranze targate Il Profvmo e firmate da Silvana Casoli. Gli espositori si faranno poi protagonisti di talk show, installazioni, presentazioni e opening speciali. In occasione dell’apertura al pubblico, ad esempio, Calé presenterà “I racconti profumati di Calé: Amore, natura, speranza, tormento, fascino e vanità illusoria tratteggiati nelle novità firmate Clive Christian, Creed, Floris, Humiecki&Graef e Jardins d’Ecrivains”. Infine, The Skin, uno speciale workshop dedicato al tema della pelle, avrà come protagonisti nasi e creatori dei marchi distribuiti da Essenses invitati a realizzare fragranze capaci di esprimere il loro personale “senso” della pelle.