Folle furto a Firenze: sfondano negozio con auto e scappano con migliaia di euro di merce

Lo sfogo del titolare Bottega di Sguardi: "Erano in quattro e avevano il viso coperto"

Firenze, 26 marzo 2024 - Hanno messo la retromarcia e con un bastone posizionato nel cofano hanno buttato già la porta a vetri della Bottega di Sguardi di viale Marconi, una delle strade del salotto buono fiorentino.

Una volta dentro, i malviventi hanno fatto incetta di occhiali di lusso per poi scappare e far perdere le proprie tracce. L'episodio è accaduto nella notte tra lunedì e martedì e sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo radiomobile e la sezione investigazioni scientifiche.

I ladri entrano nel negozio di ottica dopo aver sfondato l'ingresso con un'auto
I ladri entrano nel negozio di ottica dopo aver sfondato l'ingresso con un'auto

Secondo quanto ricostruito, anche grazie alla visione del sistema di video sorveglianza, a mettere a segno il colpo quattro uomini che si sono serviti di una Fiat 500 rossa, immortalata dalle telecamere.

L’AUTO IN FUGA: I LADRI SBAGLIANO STRADA (in video)

Dopo aver infranto la vetrata della boutique utilizzando come ariete l'autovettura, hanno portato via merce per un valore di migliaia di euro anche se il danno è ancora in corso di quantificazione.

A dare l'allarme ai carabinieri una residente. Sul posto, insieme ai militari, si è precipitato anche Simone Ghedini, il noto ottico, designer, art director e founder di Bottega di Sguardi: "E' la prima volta che mi succede – racconta – questa è una zona abbastanza tranquilla. Non ce lo aspettavamo". L'ottico non appena arrivato quasi non credeva ai suoi occhi: la vetrata infranta, intere cassettiere portate vie, vetrine aperte.

"Hanno portato via di tutto, occhiali di lusso e dei migliori brand. Tutto quello che potevano prendere lo hanno preso" prosegue.

Dalle telecamere di video sorveglianza, il modus operandi è chiaro: hanno agito in quattro, l'uomo alla guida della 500 rossa è sceso per poi risalire velocemente solo dopo aver preso una scatola con alcuni articoli all'interno.

Gli altri tre, con il viso coperto da un passamontagna, si sono intrufolati all'interno e nel giro di una manciata di secondi hanno preso le scatole ancora sigillate e le lenti in esposizione. Hanno immediatamente identificato gli accessori di valore e alla velocità della luce li hanno portati via.

Un colpo che è stato messo a segno in un minuto. Le telefonate e i messaggi di solidarietà arrivati al negozio di viale Marconi, uno dei punti di riferimento della zona, sono stati tantissimi. Ghedini con un video ha ringraziato tutti: "Noi siamo più forti di tutto e comunque siamo qui. Non ci fermerà niente".

Nel pomeriggio, a portare la propria solidarietà al commerciante anche gli assessori al commercio Giovanni Bettarini e alla sicurezza Benedetta Albanese.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro