Fiorentina-Udinese, Castrovilli (Germogli)
Fiorentina-Udinese, Castrovilli (Germogli)

Firenze, 25 ottobre 2020 - La Fiorentina torna alla vittoria e al successo, il tecnico viola Beppe Iachini risponde così alla conferma ottenuta dal presidente Commisso, ma la sfida con l'Udinese è non priva di sofferenza. Due volte avanti con il doppio vantaggio (2-0 e 3-1) i viola vedono il fantasma della rimonta (come con lo Spezia), ma portano a casa il successo lottando con il coltello tra i denti fino alla fine.

Ottima prova di Castrovilli (due gol e un assist), bene Ambrabat in regia (con buona pace di chi dice che è fuori ruolo), bene Bonaventura per un tempo (poi sparisce), mentre le due versioni dell'attacco (Vlahovic-Callejon e poi Kouame-Cutrone). Bene Dragowski, decisivo in un paio di occasioni, ancora incerto Caceres.

Poca Udinese, a parte l'ispirato De Paul e il "cecchino" Okaka, ma i friulani comunque non vanno lontani dalla rimonta beffarda..

Primo tempo

Parte subito forte la Fiorentina (pressing deciso, ritmi alti)  contro l'Udinese e passa in vantaggio al 10': bella azione con Callejon e Bonaventura, poi Biraghi serve  Castrovilli che segna.

Al 15' grosso rischio per i viola: Dragowski sbaglia un'uscita, Lasagna non ne approfitta per fortuna dei gigliati.

Al 20' ancora Castrovilli protagonista con un ottimo assist per Milenkovic che raddoppia di testa.

Al 31' difesa viola sbilanciata, palla  pericolosa in area, salva Caceres.

I viola rischiano ancora al 36' con Lasagna che sfugge a Caceres, ma Dragowski è bravissimo a salvare. Subito dopo nuovo infortunio per Pezzella, entra ed esordisce Quarta.

La partita è abbastanza in mano ai viola, salvo qualche distrazione di troppo e al 43' la difesa si fa infilare da De Paul che serve al centro Okaka per il colpo di testa del 2-1.

La Fiorentina deve fare a meno di Ribéry (acciaccato a una caviglia, non è nemmeno in panchina) mentre c'è l'esordio dal primo minuto dell'ex napoletano Callejon che in attacco fa coppia con Vlahovic

Secondo tempo

Si gioca la ripresa di Fiorentina-Udinese e i viola devono scacciare i fantasmi della gara con lo Spezia quando si fecero rimontare il doppio vantaggio. 

La Fiorentina riparte bene e al 6' trova il tris con una splendida rete di Castrovilli che infila l'incrocio dei pali con un tiro a effetto. Il numero 10 viola è grande protagonista della serata.

Con il passare dei minuti, però, l'Udinese guadagna metri e preme. Al 16' Dragowski fa una grande parata su un tiro a colpo sicuro di Okaka. Al 20' Iachini cambia tutto l'attacco: escono Vlahovic (molto impegno ma poca sostanza) e Callejon (in difficoltà come seconda punta) per Kouame e Cutrone.

I viola hanno il torto di arretrare troppo e al 27' Dragowski deve salvare sul nuovo entrato Deulofeu.  

Partita riaperta al 41': cross di Forestieri e ancora Okaka di testa beffa la difesa viola. Finale di sofferenza per Iachini e i suoi, ma i gigliati hanno il merito di non mollare fino alla fine e di chiudere tutti gli spazi.

Torna il successo (contro un'avversaria non trascendentale)  ma restano le note dolenti: amnesie difensive e un attacco che non punge. Per ora, però, accontentiamoci dei tre punti.

Il tabellino

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella (39' pt Quarta), Caceres; Lirola (34' st Venuti), Bonaventura (34' st Pulgar), Ambrabat, Castrovilli, Biraghi; Callejon (20' st Cutrone), Vlahovic (20' st Kouame). Allenatore: Iachini.

UDINESE (3-5-2): Nicolas; Becao, De Maio, Samir (37' st Bonifazi); Molina, De Paul, Arslan (9' st Walace), Pereyra (37' st Forestieri), Ouwejan (9' st Pussetto); Okaka, Lasagna (24' st Deulofeu). Allenatore: Gotti.

Arbitro: Fourneau di Roma

Reti: 10' pt  Castrovilli; 20' pt Milenkovic, 43' pt Okaka, 6' st Castrovilli; 41' st Okaka

Note: ammoniti Arslan, Castrovilli, Pussetto, Becao