Rocco Commisso (Fotocronache Germogli)
Rocco Commisso (Fotocronache Germogli)

Firenze, 3 dicembre 2021 - Rocco Commisso è affetto da una forma di polmonite che lo ha portato a decidere di tornare immediatamente negli Stati Uniti. "Una polmonite fastidiosa", come recita un comunicato della Fiorentina. Il patron viola era arrivato nei giorni scorsi a Firenze per seguire da vicino la squadra in un momento importante del campionato. Con l'obbiettivo, ora sfumato, di passare il Natale a Firenze.

Canale Fiorentina

Sarebbe rimasto, come di consueto, alcune settimane in Italia tornando poi negli Usa per seguire da vicino i suoi affari. Ma adesso la forma di polmonite da cui è affetto ha consigliato il rientro in America. La decisione è stata presa di concerto con lo staff medico della Fiorentina insieme allo staff medico che lo segue in America. "La Famiglia Viola augura al suo Presidente un buon rientro", si legge sul sito della società viola.

Rocco Commisso era arrivato a Firenze sabato scorso e aveva seguito la Fiorentina già dalla trasferta di Empoli arrivando direttamente da Roma. L'obbiettivo era di trascorrere le feste di Natale a Firenze e di seguire gli sviluppi del calciomercato di gennaio. 

Aveva poi partecipato a Fiorentina-Sampdoria di martedì scorso, incontrando tra l'altro anche Greta Beccaglia, la giornalista di Toscana Tv molestata da alcuni tifosi mentre era collegata in diretta fuori dal settore ospiti di Empoli dopo Empoli Fiorentina. 

L'ultima apparizione pubblica di Commisso era stata a Radio24 nella giornata di giovedì, quando aveva parlato dell'inchiesta che ha colpito la Juventus e che riguarda le presunte plusvalenze fittizie su cui ora indaga la procura. «Le plusvalenze? - ha detto - A volte, e in America è così, sono profitti sulla carta, ma non è detto che siano soldi arrivati realmente. La vicenda Juve (mi chiedo come fa a fare 600 milioni di plusvalenza e accumulare debiti) o di altri club può influenzare pure me e altri club, competiamo con loro: le regole devono essere uguali per tutti».