Montella (foto Germogli)
Montella (foto Germogli)

Firenze, 2 dicembre 2019 - Vigilia di Coppa Italia per la Fiorentina che domani alle 21 al 'Franchi' affronterà il Cittadella nel quarto turno. Montella vuole ripartire dopo la sconfitta di sabato sera in campionato e lo dice a chiare lettere: "Siamo arrabbiati. Il nostro obiettivo è di andare avanti. Il Cittadella sta andando bene in Serie B, non sarà una partita facile". Uno scoglio ulteriore il momento particolare che sta attraversando l'allenatore - nell'occhio del ciclone delle critiche - e la squadra alla ricerca di una vittoria che manca ormai da troppo tempo. "Vogliamo giocare con qualità e con il cuore. È un momento difficile, ma dobbiamo rimanere calmi. Abbiamo 14 giocatori di età inferiore ai 23 anni, non possiamo lasciarci andare".

Montella subito dopo la sfida contro i giallorossi aveva incassato la fiducia della proprietà, ribadita dal presidente Commisso: "I problemi si affrontano tando insieme, col senso della famiglia e questa vicinanza da parte della  propretà la sentiamo. La società sta gestendo la situazione nella maniera migliore, sta a noi dare una scossa, anche con i n punti, senza troppo girarci attorno".  Come detto, il patron viola sabato sera aveva difeso Montella e la squadra. "Il presidente è eccezionale, evidentemente ha visto qualcosa di buono del lavoro svolto dall'inizio della stagione. Lo ringrazio per aver dimostrato di essere un grande presidente che ha sostenuto la squadra e si è assunto le responsabilità, e non è consueto nel nostro calcio".