Su Twitter impazza l'hashtag #accademiaaggiungiquesta
Su Twitter impazza l'hashtag #accademiaaggiungiquesta

Firenze, 25 febbraio 2016 - "Arzigooglato da arzigogolato + googlare = ricerca artificiosa", "Maigioiosa: giornata piena di sfiga", "Staisereno. Utilizzato per preannunciare una grossa fregatura", "Retwittoso: un tipo simpatico che ti retwetta e ti fa rialzare l'autostima".

Centinaia di Tweet sotto un unico hashtag #accademiaaggiungiquesta. Rispetto alla pioggia di petali, ispirati dalla trovata del bambino del ferrarese, oggi Twitter sembra più un creativo sfogatoio. Così tanti gli utenti che cercano di intercettare con i loro cinguettii l'attenzione dell'Accademia della Crusca che l'hashtag designato, #accademiaaggiungiquesta appunto, è diventato in pochi minuti trend topic.

Ieri agli onori del social network ha fatto la sua scalata #petaloso, la parola creata dal bambino di una scuola elementare di Copparo e che l'Accademia fiorentina ha preso seriamente in considerazione dopo la segnalazione della maestra del bimbo spiegando che non sarà tanto l'istituto quanto gli italiani, quindi l'uso, a decretare l'eventuale successo della parola.

Oggi (sono i social bellezza!) il tanto acclamato ingegno del piccolo è già stato travolto da una valanga di altri spunti, più o meno ironici. Al netto delle frecciatine una cosa è certa: l'onda della creatività è davvero molto contagiosa.