Firenze, Ginevra Elkann presenta in sala il suo film da regista ‘Te l'avevo detto’

Allo Spazio Alfieri il 6 febbraio la regista e produttrice presenta la sua commedia drammatica sul malessere della nostra epoca

Ginevra Elkann

Ginevra Elkann

Firenze, 2 febbraio 2024 - Ginevra Elkann presenta allo Spazio Alfieri il suo film da regista ‘Te l'avevo detto’. Il 6 febbraio alle ore 19 la regista e produttrice presenterà la sua commedia drammatica sul malessere della nostra epoca. Ginevra Elkann, al suo secondo lungometraggio come regista, ci regala una commedia drammatica che parte dal riscaldamento climatico per raccontare il malessere esistenziale dei suoi protagonisti. Te l'avevo detto, con un cast d'eccezione: Valeria Bruni Tedeschi, Danny Huston, Greta Scacchi, Riccardo Scamarcio e Alba Rohrwacher, presentato a Toronto e alla Festa del cinema di Roma, è nato – racconta la regista - "durante una calda estate romana, dove tutto si stava sciogliendo intorno a me, mi sono chiesta se il mondo sarebbe stato così per sempre, per sempre caldo, giallo e secco. È stato allora che ho sentito il bisogno di raccontare questa storia. Quell’estate mi ha ricordato la Bibbia con le sue catastrofi naturali: visioni apocalittiche, invasioni di grilli, animali allo stato brado e peccatori puniti. Ma chi sono questi peccatori? Mi interessava il peccato perché oggi, molto spesso viene considerato malattia. Te l'avevo detto parla di questo. È un fine settimana a Roma quando arriva un'ondata di caldo improvvisa. I personaggi del film si confrontano con le difficoltà che hanno abilmente evitato di affrontare per tutta la vita, che si tratti di cibo, sesso, droghe, religione o chirurgia plastica. Ma ora non possono più scappare. Sono tutti così concentrati sui propri problemi e i propri bisogni che non vedono, accanto a loro, il mondo che sta per crollare. Riescono a vedere solo sé stessi e non ciò che li circonda. E questa è la loro tragedia. Ho scelto di ambientare il film a Roma perché è la Città Eterna e possiede una sorta di solennità e universalità che sento in sintonia con i temi del film. Questo film è stato scritto durante la pandemia. È stato realizzato in un mondo che stava cambiando. Te l'avevo detto è stato un vero viaggio, viene da luoghi di oscurità, luoghi di dolore, luoghi di amore e luoghi di speranza".

Ginevra Elkann è una regista e produttrice italo-francese nata a Londra nel 1979, ha vissuto in Inghilterra, in Francia e in Brasile. Ha conseguito una laurea in comunicazioni visive presso l'Università Americana a Parigi e un master in Film Making alla London Film School. Ha fondato Asmara Films nel 2010. Nel 2009 ha prodotto Frontier Blues, debutto cinematografico del regista iraniano Babak Jalali, in concorso al 62° Locarno International Film Festival. Nel 2013 ha prodotto White Shadow diretto da Noaz Deshe, nel 2014 Cloro diretto da Lamberto Sanfelice, nel 2014 è produttore esecutivo di Short Skin film d’esordio del regista Duccio Chiarini. Nel 2018 è la volta di LAND diretto da Babak Jalali, presentato nel 2018 in anteprima al Festival di Berlino nella sezione Panorama. Nel 2019 ha debuttato alla regia con il lungometraggio Magari, film di apertura del Locarno Film Festival e in selezione ufficiale al Torino Film Festival.

Maurizio Costanzo

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro