Ztl notturna più robusta. Nuovo varco sui viali. Blindata Sant’Ambrogio

Telecamera attiva da domani sera all’incrocio Giovine Italia-Agnolo. Una protezione in più per il rione da sempre preso d’assalto dalla movida .

Ztl notturna più robusta. Nuovo varco sui viali. Blindata  Sant’Ambrogio

Il nuovo varco della Ztl notturna all’angolo tra viale Giovine Italia e via dell’Agnolo

FIRENZE

Il pancione della Ztl notturna ’ingrassa’ e la cintura dei divieti si allarga di un foro. Da domani sera infatti, data del debutto della zona a traffico limitata estiva versione 2024 (stop ai non autorizzati le sere del giovedì, venerdì e sabato dalle 23 alle 3 del mattino), sarà attiva una nuova porta telematica.

La telecamera in questione è stata installata nei giorni scorsi all’angolo tra il viale Giovine Italia e via dell’Agnolo.

Di fatto, sulla carta, la Ztl avanza solo di qualche centinaio di metri in direzione viali di circonvallazione (gli automobilisti hanno ben presente il varco, che regola anche gli accessi diurni, all’angolo tra via Santa Verdiana e la stessa via dell’Agnolo poco dopo le Murate) ma in realtà questa piccola rivoluzione nasconde un risvolto più significativo. Facciamo un piccolo passo indietro. Fino all’anno scorso spesso e volentieri l’angolo dove è spuntata la nuova telecamera era presidiata dai vigili che verificavano se gli automobilisti avessero o meno il permesso per accedere in orario serale al centro. Nei fatti però gli occhi elettronici ’operativi’ erano soltanto quelli posizionati più avanti, all’incrocio con via Santa Verdiana.

Una differenza non da poco, perché coloro che fino allo scorso anno riuscivano a bypassare il controllo dei vigili (i quali in alcune sere, quelle più tranquille, non controllavano il varco per tutte le quattro ore di divieto) riuscivano ad entrare e svoltare prima della ’vecchia’ telecamera verso piazza Ghiberti e di conseguenza verso tutta l’area della movida di Sant’Ambrogio (per intendersi l’area tra via dei Macci, via della Mattonaia e i Ciompi). Per il sollievo dunque dei residenti della zona, dove negli anni sono fioccati comitati ad ogni angolo, la pressione di motori e di conseguenza di decibel dovuti agli schiamazzi dovrebbe in qualche modo diminuire.

Attenzione però: da Palazzo Vecchio fanno sapere che la telecamera sarà operativa soltanto durante la Ztl notturna e non potrà quindi sanzionare i veicoli durante il giorno.

La zona a traffico limitato notturna durerà da domani sera fino al prossimo 6 ottobre. Confermata l’area interessata dai divieti: si tratta dei settori della ztl diurna, ovvero A, B e O cui si aggiungono i settori G e F validi solo per il provvedimento estivo. Si tratta rispettivamente delle aree di piazza Cavalleggeri-lungarno della Zecca Vecchia-piazza Piave e di quella dell’area di San Niccolò. Per tutelare il rispetto dei divieti saranno appunto riattivate le porte telematiche poste ai confini della ztl con esclusione di quella in via dei Bastioni a causa del senso unico in vigore in viale Poggi.

Emanuele Baldi

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro