Villa Solaria, esposto ambientalista: "Chiarezza sul taglio dei 98 alberi"

Il comitato di tutela chiede anche più sicurezza: "Tanti arbusti pericolosi, ma neanche un cartello"

Villa Solaria, esposto ambientalista: "Chiarezza sul taglio dei 98 alberi"

Villa Solaria, esposto ambientalista: "Chiarezza sul taglio dei 98 alberi"

Un esposto alla Procura della Repubblica sul parco di Villa Solaria. Lo ha presentato il Comitato tutela alberi Sesto Fiorentino (nato nel 2019 dopo l’abbattimento contestato di 52 tigli in viale XX Settembre) e i fatti denunciati sono legati al progetto di riqualificazione del vastissimo polmone verde di Quinto Alto annunciato, nei mesi scorsi, dal Comune di Sesto: "Il 6 marzo 2024 – spiega infatti in una nota il Comitato – abbiamo appreso dalla stampa locale del progetto. Gli articoli riferivano che il progetto di riqualificazione indicava in 102 gli alberi da abbattere in quanto catalogati dagli esperti professionisti in classe D pericolosità estrema". Il Comitato, dopo aver atteso per oltre 30 giorni la documentazione richiesta al Comune, venuto a conoscenza che gli abbattimenti andavano a collocarsi nel periodo di maggio, ha immediatamente fatto presente all’assessora all’Ambiente e al sindaco il divieto previsto dalla legge (da marzo ad agosto) per tutelare e non disturbare l’attività di nidificazione della numerosissima avifauna presente nel Parco storico chiedendo di far slittare a settembre gli interventi di abbattimento e manutenzione".

Nella corposa documentazione ricevuta fra l’altro – prosegue il Comitato – "erano riportate le schede tecniche di valutazione sulle condizioni di salute dei 102 alberi (ridotti a 98 dopo ulteriori accertamenti richiesti dalla Soprintendenza) redatte dai tecnici nel maggio 2023, cioè un anno prima. Quindi, da maggio 2023, le alberature certificate in ‘classe D pericolosità estrema’ sarebbero dovute essere state messe in sicurezza per garantire l’incolumità dei fruitori del parco che ignari potevano passeggiare tranquillamente nei paraggi. Invece, nessun cartello, nessuna segnaletica, nessun avvertimento. Per un anno intero. Sicurezza per i cittadini e rispetto per le 33 specie ornitiche individuate nell’area dall’associazione Lipu sono state forse messe a rischio?". Per questi motivi e tenendo conto dell’importanza, sia dal punto di vista storico che ambientale del parco di Villa Solaria Torrigiani, il Comitato tutela alberi "ha ritenuto necessario chiedere alla magistratura un intervento chiarificatore ed è pertanto stato presentato un esposto nel quale si illustrano i fatti documentati".

Sandra Nistri