Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Variante a via Roma, così cambierà il traffico

La strada costeggerà il depuratore di San Colombano, poi svolterà a sinistra e quindi supererà il fiume con il nuovo ponte

dilisa ciardi
Cronaca

di Lisa Ciardi

Una nuova strada che costeggerà il depuratore di San Colombano, sul territorio di Lastra a Signa, svolterà a sinistra proseguendo parallela all’Arno e quindi supererà il fiume con il nuovo ponte collegandosi con l’attuale strada che unisce i due ingressi del parco dei Renai. È il tracciato della futura variante a via Roma, illustrato ieri pomeriggio, in una diretta social, dal segretario del Pd di Signa Federico La Placa, dal sindaco di Signa Giampiero Fossi e dall’assessore Andrea Di Natale, moderati dal giornalista Luca Lari. A illustrare gli aspetti tecnici proprio l’assessore Di Natale.

"La nuova viabilità si collegherà alla Fi-Pi-Li – ha spiegato – proseguirà costeggiando il depuratore sul lato opposto rispetto alla viabilità attuale, lambirà il parco fluviale di Lastra a Signa e quindi supererà sia l’Arno che il tracciato ferroviario". Un nodo particolarmente critico, questo, perché proprio qui si trova la biforcazione fra le due linee ferroviarie della tratta Firenze-Pisa: quella che passa dalla stazione di Signa e quella che invece attraversa Lastra a Signa. Su questo punto, non a caso, si sono concentrate alcune critiche delle associazioni ambientaliste, che temono una struttura troppo alta e impattante.

"La cura al territorio sarà massima – ha detto il sindaco Giampiero Fossi – come dimostra la grande attenzione di tutti gli enti preposti. L’opera sarà fatta non solo tutelando, ma anzi migliorando ambiente e sicurezza idrogeologica, grazie ad alcune opere accessorie". "Da parte del Pd c’è un sostegno compatto a questa opera – ha commentato il segretario La Placa – che i cittadini aspettano da decenni. Dispiace vedere posizioni contrastanti e incerte nelle opposizioni, proprio ora che un intervento tanto atteso si sta concretizzando". Tornando agli aspetti tecnici, dopo il ponte sull’Arno, la strada proseguirà ricalcando in parte quella esistente all’interno dell’area dei Renai (e che collega gli ingressi dei due lotti) e in parte fra la strada esistente e il largo Borgioli. Il tutto terminerà in una rotonda e infine nel nuovo ponte previsto sopra il Bisenzio per unire la nuova viabilità con via Arte della Paglia. Sempre ieri, è arrivata dal presidente della Regione, Eugenio Giani, un’ulteriore conferma dello stanziamento di 49,9 milioni di euro tramite i Fondi di sviluppo e coesione.

L’inizio lavori è previsto nel 2024 e la conclusione nel 2028. L’intervento prevede, oltre al ponte e alla strada, anche una cassa di espansione. La nuova strada sarà lunga 2.750 metri di cui 900 in viadotto. Nascerà infine un percorso ciclo-pedonale tra il parco fluviale di Lastra a Signa e quello dei Renai di Signa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?