Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 mag 2022

Ucraina: giovani della Dinamo Kiev si allenano con la Sales

Continua così la vicinanza al popolo ucraino da parte della Sales, che ha già accolto nella squadra Dimitri, il bimbo ucraino di 11 anni scappato dalla guerra e rifugiato nella nostra città

19 mag 2022
PRESSPHOTO Firenze, US Sales.
Dimitri, bimbo ucraino di dieci anni, entra a far parte della squadra di calcio dei salesiani, accolto festosamente dai suoi coetanei
calcio, profugo, guerra, sport, bambini
Giuseppe Cabras/New Pressphoto
Il bimbo ucraino alla Sales (Giuseppe Cabras/New Pressphoto)
PRESSPHOTO Firenze, US Sales.
Dimitri, bimbo ucraino di dieci anni, entra a far parte della squadra di calcio dei salesiani, accolto festosamente dai suoi coetanei
calcio, profugo, guerra, sport, bambini
Giuseppe Cabras/New Pressphoto
Il bimbo ucraino alla Sales (Giuseppe Cabras/New Pressphoto)

Firenze, 19 maggio 2022 - Il calcio che unisce. La U.S. Sales Calcio ospiterà i giocatori della Dinamo Kiev (anno 2006) che arriveranno a Firenze lunedì 23 maggio, giorno in cui verrà anche presentato in Regione il programma della squadra ucraina nel capoluogo toscano. La compagine sarà ospitata all'Istituto Salesiano di Firenze e per l'intera settimana svolgerà gli allenamenti nei campi di via Don Bosco. Martedì 24 maggio, alle 15, sempre in quella sede, la Dinamo Kiev sfiderà in un'amichevole i ragazzi della Sales della categoria Allievi 2005.

Continua così la vicinanza al popolo ucraino da parte della Sales, che ha già visto recentemente accogliere nella squadra Dimitri, il bimbo ucraino di 11 anni scappato dalla guerra e rifugiato a Firenze. ''Per noi è davvero un grande onore e motivo di soddisfazione accogliere la Dinamo Kiev nei nostri impianti - dice il presidente Maurizio Razzi -. In un momento così difficile e tragico per la popolazione ucraina, anche il mondo sportivo sta esprimendo solidarietà e vicinanza. Nel nostro piccolo, speriamo di poter dare un contributo concreto, accogliendo questi ragazzi per dare un messaggio di speranza''. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?