Firenze, 26 agosto 2019 - "It's a scam", ovvero "E' una truffa". La superstar di youtube, conosciuta nel mondo per il suo canale che racconta i viaggi e le capitali internazionali, lo dice a voce alta in via Calzaiuoli. Smascherando la truffa delle stampe a olio. Quei fogli che gli ambulanti stendono a terra facendo finta di venderli. Ma che mettono in punti strategici per fare in modo che i turisti li calpestino. QUI IL LINK AL VIDEO COMPLETO

Comincia a quel punto con il malcapitato una trattativa per un risarcimento in denaro. Baldr era a Firenze nell'ambito di un suo tour italiano. Stava raccontando la città quando si è imbattuto in un turista che era stato appena raggirato. Ha quindi acceso la telecamera e filmato gli ambulanti. Che si sono infastiditi.

Dopo un primo scontro fisico con il vlogger, ce n'è stato un secondo, filmato dalla telecamera di Harald Baldr, norvegese, che ama raccontare anche il lato più oscuro delle città, quello dell'illegalità. Il contatore delle visualizzazioni è andato in tilt: oltre trecentomila persone, dopo meno di 24 ore, avevano visto il filmato. "Questa è una grande truffa di Firenze, guardate questo ragazzo e gli altri due", dice nel video il vlogger per "identificare" i tre. "Ho visto questa truffa andare in scena per quattro volte in pochi giorni e nessuno ha mosso un dito", dice il vlogger che poi si rivolge a una Volante della polizia che stava sostando di fronte alla basilica di Santa Maria del Fiore.