Ha perso il controllo del trattore sul quale stava lavorando, nelle campagne di Malmantile, finendo per essere travolto e ucciso dal veicolo. Il terribile infortunio, sul quale stanno ora indagando i carabinieri di Lastra a Signa e Signa, ha avuto come vittima un operaio agricolo di 53 anni, Ioan Hognogi, originario della Romania ma residente da tempo...

Ha perso il controllo del trattore sul quale stava lavorando, nelle campagne di Malmantile, finendo per essere travolto e ucciso dal veicolo. Il terribile infortunio, sul quale stanno ora indagando i carabinieri di Lastra a Signa e Signa, ha avuto come vittima un operaio agricolo di 53 anni, Ioan Hognogi, originario della Romania ma residente da tempo nella frazione di Porto di Mezzo, a Lastra a Signa. Intorno all’ora di pranzo l’uomo si trovava in via di Gello, fra Malmantile e Bracciatica, a bordo di un trattore dotato di "trincia", macchinario che serve appunto per tagliare rapidamente l’erba. Pare che il 53enne stesse lavorando su un ciglione quando, per motivi da chiarire, avrebbe perso il controllo del veicolo. Nel tentativo di salvarsi si sarebbe lanciato dal trattore in movimento, ma questo gli sarebbe venuto sopra, colpendolo e ferendolo fatalmente. I soccorsi sono scattati immediatamente ed è stato chiamato anche l’elicottero Pegaso del 118. Prima ancora che atterrasse però, medico e volontari della Misericordia di Lastra a Signa, già presenti in loco e impegnati nei primi tentativi di soccorso, hanno constato il decesso dell’uomo: all’elicottero quindi non è rimasto altro da fare che tornare indietro. La notizia del terribile infortunio ha colpito profondamente Lastra a Signa e Porto di Mezzo, dove il 53enne viveva con la moglie e il figlio. "Esprimiamo tutto il nostro cordoglio – ha detto il sindaco Angela Bagni – e ci stringiamo ai familiari e ai conoscenti di questo concittadino, morto in modo così tragico". Spetta ora ai carabinieri chiarire la dinamica dell’incidente ed eventuali responsabilità da parte del datore di lavoro. La salma è stata intanto portata a Medicina legale, in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria su ulteriori accertamenti.