Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Scuola secondaria di primo grado Poliziano - Firenze - classi II B e II D

La giornata mondiale dell’acqua: l’importanza delle acque sotterranee e il pericolo dei pesticidi

Il ciclo delle acque e nella foto sotto una spiegazione delle falde
Il ciclo delle acque e nella foto sotto una spiegazione delle falde
Il ciclo delle acque e nella foto sotto una spiegazione delle falde

La Giornata Mondiale dell’acqua è una ricorrenza istituita il 22 marzo del 1993 dalle Nazioni unite con l’obiettivo di ricordare l’importanza di questa risorsa fondamentale e di sensibilizzare ciascuno di noi sul fatto che, al giorno d’oggi, molte persone nel mondo non hanno acqua potabile a sufficienza per i propri bisogni di primaria necessità.

Uno degli obiettivi principali di questa Giornata è impegnarsi per garantire acqua e servizi igienici in tutti i paesi entro il 2030, sollecitando al tempo stesso le istituzioni mondiali ad attuare politiche di riduzione dello spreco d’acqua.

Ad ogni ricorrenza, la giornata mondiale si concentra su un argomento specifico e per quest’anno è stata scelta la tematica delle falde freatiche, dette anche acque sotterranee, non visibili a prima vista ai nostri occhi, ma il cui ruolo è essenziale.

Infatti, la maggior parte dell’acqua dolce liquida è situata sottoterra e, in alcune parti del mondo, solo essa è fruibile alle persone per mezzo dei pozzi. Perciò, bisogna fare molta attenzione a non sovrautilizzare e a non inquinare questa risorsa.

Alcuni dei rischi principali delle falde freatiche sono: i pesticidi usati nelle coltivazioni, che poi penetrano il terreno fino a raggiungere le acque sotterranee, dalle quali le radici delle piante traggono nutrimento; un altro è l’inquinamento dell’aria e la successiva creazione di nubi di pioggia acida che si infiltra nel terreno e arriva alle falde rendendole non potabili.

Oggi l’utilizzo delle acque sotterranee nei sistemi idrici sanitari, nell’agricoltura, nell’industria, negli ecosistemi è intensivo e, considerando che sono necessari decenni o addirittura secoli per ripristinare questa risorsa, è sempre più importante tutelarla con politiche di sviluppo sostenibile.

Inoltre, poiché le acque sotterranee sono comuni a più Stati, oltrepassando i confini politici, proprio come il cambiamento climatico che compisce tutti indistintamente, dobbiamo lavorare insieme per migliorare il modo per condividere e preservare queste risorse idriche. Di conseguenza è importante conoscerle, proteggerle e utilizzarle in modo sostenibile, bilanciando i bisogni primari e dello sviluppo che sono in continuo aumento e garantendo a tutti l’approvvigionamento di acqua potabile, in un mondo che cambia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?