Fabio Picchi, miglior etnico con Cibleo
Fabio Picchi, miglior etnico con Cibleo

Firenze, 19 ottobre 2019 -  Autunno, andiamo. Dove? Ma a pranzo. O a cena, se preferite. Con le «bibbie» sotto il braccio. Perché è cominciata la stagione delle guide gastronomiche, che anticipano le uscite rispetto al 2020, anno di riferimento di questa edizione. E il popolo dei gourmet fibrilla: non legge le recensioni dei comuni mortali su TripAdvisor (snobbato anzi con sufficienza come «Trippa» e via), ma aspetta di conoscere l’assegnazione di cappelli, forchette e stelle.

CAPPELLI D'ORO PER QUATTRO TOSCANI (clicca qui)

Nell’ordine: perché la prima ad aprire le danze, anzi meglio le mangiate, è stata la Guida dei Ristoranti d’Italia dell’Espresso, che dall’anno passato si presenta in edizione unificata con la Guida dei Vini d’Italia (meglio, no? Si va fuori per ristoranti, e se nei pressi c’è una buona cantina si va anche a comprare la bottiglia buona da stappare a casa con gli amici) e che appunto da un paio d’anni è passata dal vecchio sistema dei punteggi in ventesimi all’assegnazione dei cappelli, da uno per la «buona cucina» ai cinque dei «migliori in assoluto».

VISSANI RE DELL'UMBRIA, LA CORTE DOMINA ALLA SPEZIA (clicca qui)

Fino poi all’Olimpo, i «cappelli oro», vale a dire i «nuovi classici». Poi sarà la volta delle forchette, con la Guida del Gambero Rosso in uscita lunedì 28, e infine il 6 novembre toccherà alla più temuta, la Rossa Michelin con la sue stelle (ma anche le sue forchette) e tanto batticuore per osti e cuochi. In realtà ce n’è già un’altra sul mercato, ed è la Guida delle Osterie di Slow Food, edizione del trentennale, senza però «pagelle» ma solo racconti di un genere preciso di locali, di cucina, di accoglienza.

CHI HA DUE CAPPELLI E CHI NE HA UNO (clicca qui)

Quindi, ecco la domanda, fatidica: ma come siamo andati intanto sulla Guida dell’Espresso? Diciamocela fuori dai denti: uhm. Intanto, sui 25 premi promossi dagli sponsor, in Toscana ne approdano solo due: la Pasta dell’Anno a Valentino Cassanelli, chef al Lux Lucis dell’Hotel Principe di Forte dei Marmi (promosso nel frattempo da tre a quattro cappelli, «cucina eccellente»); la Cucina Etnica dell’Anno invece a Fabio Picchi con il suo Cibleo, che coniuga i sapori di Toscana con i gusti dell’Estremo Oriente. E Picchi è anche raro esempio di doppia menzione, due cappelli anche per Cibreo: meglio di lui in Italia in pochi, giusto Massimo Bottura, Cannavacciuolo, Niko Romito e Enrico Bartolini.

BUONA CUCINA, TRIONFANO FIRENZE E LUCCA (clicca qui)

Ecco l'elenco completo:

Cappelli d'oro:

Caino - Montemerano (GR)

Enoteca Pinchiorri- Firenze

Lorenzo - Forte dei Marmi (LU)

Romano - Viareggio (LU)

Quattro cappelli

Hotel Principe Lux Lucis - Forte dei Marmi (LU)

Bracali - Massa Marittima (GR)

Tre cappelli

Hotel Four Seasons Il Palagio - Firenze

Bistrot - Forte dei Marmi (LU)

Hotel Byron La Magnolia - Forte dei Marmi (LU)

Giglio - Lucca

Il Bucaniere - San Vincenzo (LI)

Villa Rospigliosi Atman - Fucecchio (FI)

Due cappelli

Borgo San Jacopo - Firenze

Ciblèo - Firenze

Cibreo - Firenze

Gucci Osteria da Massimo Bottura - Firenze

Hotel St. Regis Winter Garden by Caino - Firenze

La Bottega del Buon Caffè Santo Pietro in the City - Firenze

La Leggenda dei Frati - Firenze

La Menagère - Firenze

Ora d'Aria - Firenze

Hotel Villa Grey Il Parco - Forte dei Marmi (LU)

Hotel Principe di Piemonte Piccolo Principe - Viareggio (LU)

L'Imbuto - Lucca

Punto Officina del Gusto - Lucca

Arnolfo - Colle di Val d'Elsa (SI)

Borgo Santo Pietro Meo Modo - Chiusdino (SI)

Castello di Spaltenna Il Pievano - Gaiole in Chianti (SI)

Hotel il Pellicano - Porto Ercole (GR)

Hotel Relais Borgo San Felice Poggio Rosso - Castelnuovo Berardenga (SI)

Hotel Rosewood Castiglion del Bosco Campo del Drago - Montalcino (SI)

L'Andana Trattoria Enrico Bartolini - Castiglione della Pescaia (GR)

La Pineta - Marina di Bibbona (LI)

Osteria di Passignano - Tavarnelle Val di Pesa (FI)

Perillà - Castiglione d'Orcia (SI)

Silene - Seggiano (GR)

Un cappello:

Grand Hotel Minerva La Buona Novella (Firenze)

Grand Hotel Villa Cora Le Bistrot - Firenze

Gurdulù - Firenze

Hotel Brunelleschi Santa Elisabetta - Firenze

Hotel Savoy Irene - Firenze

Hotel Westin Excelsior Se.Sto On Arno - Firenze

Filippo Mud - Pietrasanta (LU)

Pesce Briaco - Lucca

Hotel Castel Monastero Contrada - Castelnuovo Berardenga (SI) 

Osticcio Ristorante Enoteca - Montalcino (SI)

Castello del Nero La Torre - Tavarnelle Val di Pesa (FI)

Antica Porta di Levante - Vicchio di Mugello (FI)

Baldo Vino - Pistoia

Butterfly - Capannori (LU)

Castello di Fighine - San Casciano dei Bagni (SI)

Cum Quibus - San Giignano (SI)

Da Bibo - Firenzuola (FI)

Del Duca - Volterra (PI)

Hotel il Borro Osteria del Borro - San Giustino Valdarno (AR)

Il Merlo - Lido di Camaiore (LU)

La Tenda Rossa - Cerbaia Val di Pesa (FI)

Locanda Martinelli - Rosignano Marittimo (LI)

Maggese - San Miniato (PI)

Myo al Centro Pecci - Prato

Osteria della Magona - Bolgheri (LI)

Osteria Le Logge - Siena

Pozzo di Bugia - Seravezza (LU)

Ps - Cerreto Guidi (FI)

Terramira - Capolona (AR)