Le foto incriminate del viadotto
Le foto incriminate del viadotto

Firenze, 7 agosto 2019 - La "ferita" del ponte Morandi di Genova, a quasi un anno esatto dalla tragedia, è ancora aperta.

E per questo, il tam tam dei social per quella che sembrava una crepa su un importante viadotto ha avuto l’effetto di arrivare fino alle orecchie di Autostrade: dopo una segnalazione «nata» da Facebook – una foto, scattata da un’auto, ritraeva quelle che sembravano crepe su un pilone del viadotto «Lora», nel tratto appenninico dell’autostrada A1 tra Firenze e Bologna –, la direzione di Tronco di Firenze è intervenuta.

Un intervento "estetico", perché quella che in effetti, a guardare la foto virale da qualche giorno, pareva proprio una spaccatura, non è altro, assicurano i tecnici, che un distacco della resina che riveste il calcestruzzo del pilone. Ma necessario, così come la nota diffusa ieri per tranquillizzare tutti. Che si chiude con un "grazie" e un "restiamo a disposizione per ogni ulteriore necessità o richiesta di informazioni dei nostri utenti e della cittadinanza".

Potere dei social, dicevamo. L’immagine è rimbalzata da computer a computer, da smartphone a smartphone, da chat a chat. A scattarla, un automobilista che percorreva la "direttissima" e che ha immortalato la "panoramica", che in quel tratto scorre abbastanza vicina, e quel sostegno che pareva sul punto di sbriciolarsi. Si tratta del viadotto Lora, vicino a Barberino del Mugello. Competenza della Direzione di tronco di Firenze che ieri pomeriggio, allegando le immagini del "restyling" ha precisato "che il ponte è totalmente sicuro ed efficiente".

"Ad attirare l’attenzione di alcuni utenti – spiega ancora la Direzione di tronco di Firenze – è stato un difetto limitato e superficiale, e cioè un distacco di parte della resina esterna, la cui funzione è proteggere il calcestruzzo dagli agenti atmosferici. Nella giornata di oggi (ieri, ndr) il difetto è stato completamente ripristinato. Informiamo anche che, dallo scorso maggio, sul ponte sono iniziati i lavori programmati di manutenzione ordinaria dell’intera infrastruttura. Al momento i cantieri sono in corso sulla parte inferiore dei piloni sul versante Bologna e quindi non visibili percorrendo l’autostrada. La fine dei lavori è prevista entro la seconda metà del 2020".