"Panchine "trasferite": la Lega polemizza con il Comune di Calenzano"

I residenti della frazione delle Croci attendevano il ripristino delle panchine, ma sono state trasferite in un'altra zona. Il Comune spiega che si tratta di una ricollocazione programmata, ma il capogruppo della Lega solleva dubbi sull'equità della decisione.

Da tempo i residenti nella frazione delle Croci attendevano il ripristino delle panchine in zona, ora avvenuto. Solo che, a intervento concluso, sono state ‘trasferite’ in un’altra zona. A polemizzare con il Comune sul caso, con un post social, è il capogruppo della Lega Daniele Baratti: "E così – scrive – dopo molti mesi, il 17 ottobre decidono di rinnovare tre panchine ai giardini a Le Croci. L’illusione di essere stati considerati svanisce presto: il giorno seguente arrivano gli operai per toglierle. Sembra che in un’altra zona di Calenzano ci sia più bisogno. Ci sono cittadini di serie A e di serie B?". Per il Comune, invece, si tratta di una ricollocazione programmata da tempo nel piano di manutenzione e sostituzione degli arredi per venire incontro a necessità di zone in cui il numero di panchine è insufficiente.