Firenze, tragedia in famiglia: figlio 59enne strangola la madre

E’ successo in via di Santa Lucia: sono intervenuti polizia, vigili del fuoco e 118

Firenze, 1 marzo 2024 – Omicidio in famiglia, nella serata di venerdì 1 marzo, in via di Santa Lucia a Porta al Prato dove un uomo di 59 anni ha ucciso la madre di 85 anni. Sembra che l'uomo soffrisse da tempo di problemi psichiatrici. Sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia e i vigili del fuoco.

In particolare l'uomo - si è appreso da fonti investigative - aveva iniziato a dare in escandescenze già nel pomeriggio tanto che era intervenuto uno zio per cercare di riportare la calma nell'abitazione che il 59enne divideva con l'anziana madre. Ma il congiunto era stato aggredito e raggiunto da un pugno. Era stato quindi richiesto l'intervento di un'ambulanza del 118 - come avviene in casi simili - ma i sanitari non erano riusciti a farsi aprire la porta dell'abitazione all'interno della quale l'uomo si era poi barricato. Di lì l'arrivo dei caschi rossi. Quando vigili del fuoco e agenti della questura hanno fatto irruzione nell'abitazione la macabra scoperta: i lividi sul collo fanno pensare a uno strangolamento..

L'uomo è stato trasportato legato su una barella all'ospedale Santa Maria Nuova, in preda a una crisi nervosa. Il pm Giuseppe Ledda, intervenuto sul posto, ha disposto l'arresto per omicidio e il piantonamento in ospedale. Lunedì sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari nell'ambito dell'udienza di convalida. All'esterno dell'abitazione di madre e figlio si sono riversati i parenti, sgomenti per l'accaduto, che sono stati sentiti dagli agenti come persone informate sui fatti.

Quanto avvenuto stasera ripropone il tema dei malati psichiatrici autori di reato e la difficoltà delle famiglie di gestire casi difficilissimi.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro