il taglio del nastro del nuovo locale barberinese
il taglio del nastro del nuovo locale barberinese

Barberino Tavarnelle (Firenze), 7 maggio 2020 – E’ un vero e proprio raggio di luce, una speranza accesa sul futuro, la nuova attività che in piena emergenza coronavirus ha aperto i battenti in piazza Ugo Capocchini a Barberino Val d’Elsa. Si chiama OKA ed è una contaminazione di sapori e ricette della tradizione orientale e toscana.

A tagliare il nastro è stato il sindaco David Baroncelli, insieme ai due giovani titolari Saeko Okada, orginaria di Tokyo e il marito Alessandro Bibi, perugino di adozione chiantigiana da diversi anni. “In un mondo che sicuramente non potrà essere più lo stesso - rivelano i due neoristoratori - abbiamo deciso di investire ugualmente i nostri risparmi”.

OKA vuole affermarsi come un locale semplice e genuino, ricorrendo per gran parte a prodotti e materie prime provenienti dal comune di origine, Barberino Tavarnelle, e dai territori limitrofi. Nel nuovo locale barberinese si ci potrà fermare a qualsiasi ora del giorno per mangiare, bere, stuzzicare qualcosa, quando i decreti ministeriali lo consentiranno. Per il momento invece, uno dei servizi di punta, sarà l’asporto, la modalità sulla quale la nuova attività scommette in questa difficile fase dell’emergenza.

“Diamo uno speciale benvenuto a Saeko e Bibi - sono le parole del sindaco Baroncelli – che non possono che iniettare nel nostro tessuto economico una carica di fiducia e ottimismo, uno slancio vitale pieno di creatività che fa leva sulla trasversalità dei servizi offerti”.