Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 giu 2022

Niente medico sulle ambulanze Già 2.500 firme contro l’Asl "Promesse non mantenute"

"Giani e il direttore generale avevano assicurato che non ci sarebbero state riduzioni"

19 giu 2022

Supera quota 2.500 il numero di firme che sono state già raccolte nel solo Comune di Greve in Chianti contro a scelta annunciata dallla Asl di togliere i medico a bordo delle ambulanze del 118 e di conseguenza di voler anche eliminare la postazione di punto di primo soccorso da Greve in Chianti. La decisione è stata fin da subito fortemente osteggiata da chi l’emergenza del 118 la vive tutti i giorni, ovvero i volontari dell’Avg.

"Il governatore Giani – scrivono in una nota inviata al nostro giornale – ad aprile aveva risposto alle preoccupazioni di un grevigiano con una lettera a firma del direttore generale della Usl Toscana centro nella quale si diceva che non era stata programmata alcuna riduzione del servizio".

Non c’era scritto nulla di vero: da giovedì scorso "è stato eliminato il medico dall’ambulanza e quindi verrà meno anche il servizio di Primo Soccorso a San Casciano".

All’Avg non piacciono le soluzioni proposte, ovvero "un’auto medica e due ambulanze con l’infermiere a girare fra le tre associazioni di volontariato di San Casciano, Barberino-Tavarnelle e Greve in Chianti".

Per Avg la scelta non tiene conto delle esigenze del territorio, con zone "dove non prende né il cellulare né la radio di bordo" e quindi l’infermiere da solo può fare poco. Ma anche zone che per raggiungerle "d’inverno con il ghiaccio ci vogliono anche oltre 50 minuti e poi c’è da andare all’ospedale più vicino", con Greve "ottavo Comune per estensione d’Italia, 170 kmq, e che ha circa 250 chilometri di strade vicinali".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?