Beatrice Torrini
Beatrice Torrini

Figline Incisa (Firenze), 24 dicembre 2020 - Una terribile, inaspettata notizia ha sconvolto la nostra redazione e rende tristissima per tutti noi questa Vigilia di Natale: Beatrice Torrini è morta nella notte. Un malore improvviso, che a chi le stava vicino è sembrato un brutto sogno e invece era il peggiore incubo: l'ultimo suo respiro. Beatrice Torrini, 42 anni, era la corrispondente del Valdarno per La Nazione. Lo era diventata da qualche anno, scelta da noi, cercata, voluta. E lei di questo era felice. Come felice era di ogni cosa nella sua giovane vita facesse. Felicissimo era pure il momento che stava vivendo: la passione per il vino, la soddisfazione della scrittura, e il ritorno alla sua terra, visto che, da Firenze dove è cresciuta, si era trasferita tre anni fa nella tenuta di Ettore Ciancico, il compagno della sua vita.

Beatrice Torrini

 

 

Dalla terra aveva tratto il suo primo amore: si era specializzata in enologia, e seguiva e dirigeva varie manifestazioni e rassegne incentrate sul vino. Poi con grande impegno si era dedicata alla cronaca del territorio: ce la metteva tutta per soddisfare ogni giorno le esigenze dei lettori, testimoni diretti di un entusiasmo che affiorava tra le righe dei servizi che quotidianamente scriveva, con precisione, accuratezza, e soprattutto molta attenzione e sensibilità nei confronti delle persone coinvolte. Testimoni di questo, tra i tanti che giornalmente a lei si rivolgevano, i lavoratori e i sindacalisti della Bekaert che confidavano nella sua professionalità, i sindaci, gli assessori e i consiglieri dei Valdarno che contavano su di lei per informare con obiettività i cittadini, poi commercianti, imprenditori, rappresentanti del mondo del volontariato, tantissimi nomi, facce, anime che lei mai (e nessuno mai) avrebbe pensato di dover abbandonare così presto. Il Valdarno da oggi è orfano, orfano di una voce che era la voce di tutti.

I funerali si svolgeranno sabato 26 alle ore 10.30 nella chiesa di Matassino (via Giovanni XXIII), vicino a Figline Valdarno e alla casa dei genitori. Per un ultimo saluto sarà da oggi esposta nella cappella della Misericordia in piazza San Francesco a Figline Valdarno.

Al babbo Marco, a mamma Miralba, al fratello Simone, a Ettore, da noi tutti che la conoscevamo, apprezzavamo e amavamo, giungano le condoglianze de La Nazione.

Una nota di cordoglio è giunta da Paolo Gandola, consigliere metropolitano Forza Italia - Centrodestra per il cambiamento, Maria Serena Quercioli, capogruppo Liberi di Cambiare Campi Bisenzio, Gianni Baudo, consigliere comunale gruppo misto Campi Bisenzio: "Appresa la triste notizia, ci uniamo al cordoglio collettivo per l’improvvisa scomparsa di Beatrice Torrini. Giornalista attenta e rigorosa, amica dei fatti e della verità, Beatrice è stata una penna critica ed appassionata, innamorata del suo territorio. Per questo la sua scomparsa ci addolora profondamente. A nome nostro personale e delle comunità politiche che rappresentiamo inviamo sentite e sincere condoglianze a tutti i cari”.

Anche dall'Ordine dei giornalisti della Toscana è arrivato un messaggio di cordoglio.