Merce abusiva, è tolleranza zero Sequestri al mercato di viale Fanti Da gennaio bloccati 17mila oggetti

Nuovo blitz della polizia municipale. L’assessore Albanese: "Ringrazio i vigili per il grande sforzo e lavoro"

Merce abusiva, è tolleranza zero  Sequestri al mercato di viale Fanti  Da gennaio bloccati 17mila oggetti
Merce abusiva, è tolleranza zero Sequestri al mercato di viale Fanti Da gennaio bloccati 17mila oggetti

Si trovava di tutto. Dalle scarpe ai profumi. E tantissime borse. Merce originale di qualità? No. Tutto falso, contraffatto, tarocco. La location è il mercatone del viale Fanti, nel cuore del Quartiere 2 e vicino allo stadio: un appuntamento molto sentito da tutti i residenti che nel corso della domenica hanno affollato i vari stand presenti alla ricerca di qualche affare o per semplice curiosità.

Tutti a caccia della qualità e del rapporto qualità-prezzo. Purtroppo però nei vari mercatoni della città c’è anche chi non rispetta le regole e questo vale per tutti i grandi centri urbani. Nel caso specifico gli agenti della polizia municipale hanno sequestrato ben 17 paia di scarpe e 27 profumi contraffatti: gli agenti hanno notato subito il furbetto che ha opposto resistenza facendo anche cadere a terra due persone. Alla fine è stato bloccato.

Si tratta di un 39enne straniero in regola con le norme dell’immigrazione ma già noto alle forze dell’ordine: è stato denunciato per vendita di merce contraffatta, resistenza, lesioni e ricettazione. A pochi metri sono state anche sequestrate diverse borse a un venditore che però si è dato alla fuga. Cambiando luogo e passando al centro gli agenti hanno eseguito anche sette sequestri amministrativi (si tratta di poster) e disposto un ordine di allontanamento a carico di un 32enne straniero che vendeva braccialetti.

L’impegno della polizia municipale contro l’abusivismo commerciale è a 360 gradi e ovunque. Nel centro, nei mercati dei vari quartieri, con un potenziamento nelle ultime settimane anche perché Firenze è in questo periodo più che mai piena di turisti. Con un elevato rischio truffe, a danno dei clienti e di chi rispetta le regole.

I dati dei sequestri da gennaio ad oggi – si tratta dunque di circa cinque mesi – fanno impressione: sono stati eseguiti quasi 700 sequestri. E il numero degli oggetti ha superato quota 17mila, segno che il problema c’è e anche la volontà di cercare di risolverlo. L’ultimo maxi blitz con sequestro, prima di quello di viale Fanti, è stato proprio al mercato delle Cascine. Qui gli agenti hanno pescato e messo fuori commercio oltre 1.300 oggetti sequestrati. Una cifra monstre frutto di ben 27 sequestri per complessivi eseguiti fra 1.334 articoli di abbigliamento, scarpe, giocattoli, utensili, borse e suppellettili vari. Tutti messi in vendita abusivamente da varie persone che si sono date alla fuga abbandonando la merce. E che nei prossimi giorni saranno tenute d’occhio sia da presenze in divisa che in borghese. Il nuovo comandante Francesco Passaretti, fin dai primi giorni del suo insediamento, ha detto chiaramente che bisogna rafforzare i controlli per stanare chi vende prodotti non originali: non è un caso che ci siano molti agenti, sia in borghese che in divisa, a controllare i vari mercati della città. A piedi e pure in bicicletta, mezzo su cui Passaretti punta molto.

"L’impegno della polizia municipale contro l’abusivismo commerciale è molto alto - ha detto l’assessora alla sIcurezza, Benedetta Albanese - e si concentra nelle strade e nelle piazze più frequentate dai turisti e in tutte le manifestazioni come questa che rappresenta una zona a rischio abusivismo. Ringrazio per questo grande sforzo, che continuerà anche nelle prossime settimane". Quindi occhio, venditore abusivo avvisato, mezzo salvato.

Niccolò Gramigni

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro