The Wealth Report 2019
The Wealth Report 2019
Firenze, 3 aprile 2019 - L’acquisto di immobili di lusso in Italia da parte dei super ricchi è in continuo aumento. E' quanto rileva l’ultima relazione del The Wealth Report di Knight Frank, società internazionale nel settore immobiliare di lusso, uscita qualche giorno fa, in cui viene monitorato come e dove gli UHNWIs – Ultra High Net Worth Individuals, ovvero coloro che hanno un patrimonio di circa 50 milioni di US dollari, investono la loro ricchezza.

L’interesse per l’Italia nel 2018 è aumentato confermando così le sensazioni degli ultimi mesi del 2017, che indicavano il superamento nel nostro Paese della crisi in questo settore.

Questa situazione è stata favorita anche dalla FlatTax, l’imposta sostitutiva sui redditi prodotti all’estero realizzati da neo residenti, che già l’anno scorso ha attirato e incentivato il trasferimento della residenza in Italia di persone con un considerevole patrimonio.
Molti sarebbero gli investitori che si trasferiscono in Italia attratti dallo stile di vita, dall’arte, dalla cultura ma anche dall'enogastronomia: dagli arabi agli asiatici ai sudamericani, dagli israeliani agli europei, in particolare i francesi.

La nuova edizione de The Wealth Report mostra i risultati del Prime International Residential Index di Knight Frank (PIRI 100), ovvero le 100 località di interesse per gli investimenti immobiliari da parte dei UHNWI. Per quanto riguarda l’Italia al 61° posto si trova Firenze con un incremento del valore immobiliare dell’1%. Seguono al 64° Lucca, il Lago di Como e Roma, con un incremento pari allo 0.5%. Stabile invece la Sardegna ferma in 71° posizione.

L’outsider toscano di quest’anno è certamente Lucca che, negli ultimi 5 anni, ha avuto un progressivo aumento di richieste e di transazioni immobiliari. Questo è dovuto a una certa stabilità dei prezzi e dall’attrattiva di una città con un centro storico a misura d’uomo contornata da piacevoli zone collinari, come l’elegante Pieve Santo Stefano e Segromigno in Monte. Anche la sua posizione geografica è importante: vicina alla costa, alle città d’arte come Pisa e Firenze e ai loro aeroporti, nonché agli impianti sciistici dell’Abetone.

Secondo i dati dell’anagrafe cittadina dello scorso dicembre, infatti, su circa 8000 abitanti, 1000 sono gli stranieri che hanno scelto il centro storico di Lucca come luogo dove risiedere per la loro nuova vita italiana. Un numero che quest’anno sembra destinato a crescere. Coloro che scelgono di risiedere nel capoluogo lucchese sono principalmente nord europei: olandesi, belgi, tedeschi e russi mentre gli inglesi, in questo momento, sono in attesa di vedere cosa succede sulla questione Brexit prima di acquistare. Non mancano australiani, asiatici, in particolare provenienti da Hong Kong e Singapore, e arabi soprattutto dagli Emirati Arabi.

Secondo Bill Thomson, presidente di Knight Frank Italian Network il miglioramento sta interessando molte zone italiane. “La domanda da parte degli investitori stranieri per acquistare immobili di lusso in Italia sta seguendo un trend positivo – spiega – alla quale purtroppo non corrisponde un’offerta adeguata”.
Oltre alle città anche la campagna è oggetto di un forte interesse da parte degli UHNWIs. In particolare molta attenzione è riversata su proprietà immobiliari con annessi terreni da coltivare uliveti e vigneti e cantine dove poter produrre vino e olio. E le zone interessate, anche per quanto riguarda la Toscana, sono quelle dove si producono i vini più venduti all’estero. In particolare Montalcino, nota per il suo Brunello e San Gimignano per la Vernaccia.
Anche l’Isola d’Elba sta vivendo un momento positivo. “L’interesse è dato dal fatto che i prezzi siano ancora relativamente bassi per gli immobili di lusso disponibili” - aggiunge Thomson.

Una leggera flessione viene invece registrata a Forte dei Marmi. Dopo la partenza dei russi, il mercato ha subito una riduzione dei prezzi che devono riassestarsi su nuovi valori; ma le proprietà di lusso sono nuovamente oggetto di attenzione da parte degli investitori stranieri e questo fa ben sperare per il futuro. Sempre in Versilia, gli investitori stranieri mostrano grande interesse per le proprietà immobiliari vista mare, soprattutto nelle località situate nelle colline a ridosso della costa come Capezzano Pianore e Camaiore.

Ilaria Biancalani